The Great Wines of Tuscany – Giunti – 2017

Abbonatevi!

https://www.ernestogentili.it/registrazione/

Dopo una serie serrata e infinita di prove e controprove, con tanto di suspence finale, posso comunicare che la parte riservata ai futuri abbonati al sito è finalmente attiva.

Per vari motivi sono partito in ritardo rispetto alla tabella di marcia iniziale ma ho preferito, come sempre d’altronde, dare la priorità alla sostanza – cioè alle informazioni – rispetto alla forma, anche se nel mondo di oggi sembra essere molto più importante il fumo dell’arrosto. Ma, più avanti, un po’ di “fumo” lo farò anch’io.

È solo il primo passaggio verso una comunicazione di taglio più professionale che ha in programma molti servizi e varie novità editoriali. Per scoprirlo (e per sostenere una scelta di indipendenza autorale) è però necessaria la sottoscrizione dell’abbonamento, delle cui caratteristiche fondamentali potrete leggere nell’apposita pagina.

Al momento sono disponibili e scaricabili otto Report specifici e molte Schede Aziendali ma, ovviamente, si tratta di un’offerta destinata a crescere con ritmi praticamente quotidiani.

Chiudo proponendovi – la zona “free” resterà comunque attiva – un breve estratto dagli ultimi Report pubblicati, con la migliore Vernaccia di San Gimignano e il miglior Rosso di Montalcino di quest’anno.

94/100          MONTENIDOLI
Vernaccia di San Gimignano DOCG Montenidoli Fiore 2016
la gradualità dei tempi di maturazione e il fondo di freschezza presente nei 2016 costituiscono l’impalcatura fondamentale per l’affermazione del carattere del Fiore di Montenidoli; note di torba, grano, fiori bianchi si alternano al naso e sono accolti in un palato recettivo anche alle sollecitazioni più sottili. Ne deriva un vino tonico, saporito e insieme sfumato, articolato, freschissimo e lungo nel finale. Farà parlare di sé per molti anni ancora e la valutazione, in prospettiva, ne tiene conto.

94/100          BARICCI
Rosso di Montalcino DOC Baricci 2016
fonde in un volta le migliori prerogative del Rosso di Baricci: freschezza, slancio e profondità combinate a una densità e a una ricchezza non sempre presenti dalle parti di “Montosoli”. L’insieme è riuscitissimo, la beva trascinante e il potenziale di longevità non proprio trascurabile.

Commenta

Ultimi Articoli