SELEZIONE VINI 2021: CASTELLO DI VOLPAIA

L’annuale assaggio dei vini del Castello di Volpaia mi ha indotto a pensare che la conoscenza, inevitabilmente generica, delle annate finisce per creare qualche condizionamento in chi assaggia e deve dare un parere sui vini esaminati. Un po’ tutti abbiamo bollato, giustificatamente nella maggioranza dei casi, come difficoltoso il millesimo 2017 e come certamente buono, fresco e promettente anche se non grande, il 2018. In poche parole certi pregiudizi dispongono alla ricerca di calore oltre che di tannini ruvidi e immaturi nel provare un 2017 e ad attendersi una beva agile e rinfrescante con un 2018. Capita, invece, di trovarsi di fronte dei 2018 “imbottiti” inopinatamente di rovere per mascherare i loro limiti strutturali e dei 2017 che, forse proprio per il timore di estrarre tannini aggressivi, sono stati interpretati con una tale misura da finire con il distinguersi per equilibrio e finezza. I Chianti Classico provenienti dalle zone con altitudine più elevata hanno presentato in più di un’occasione questo profilo e ne è buon testimone la Gran Selezione Il Puro di Volpaia: uno dei vini più freschi ed eleganti della famigerata (?) annata 2017.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

Commenta