SELEZIONE VINI 2021: CASTELVECCHIO/FILIPPO ROCCHI

Tra i primi produttori, se non il primo in assoluto, a credere nelle potenzialità del Canaiolo, Filippo Rocchi propone da anni, alla Fattoria Castelvecchio nei Colli Fiorentini, il Numero Otto, un vino che esalta le virtù del suddetto vitigno con i suoi profumi floreali e la sua beva agile, scorrevole, apparentemente semplice ma in realtà ricca di dettagli e sfumature.
Un modello da imitare.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

SELEZIONE VINI 2021: PIAGGIA

Come al solito i vini di Piaggia non offrono motivi concreti per dare spazio alle critiche. Il livello qualitativo è costantemente elevato su tutta la gamma, Il Sasso 2019 si propone addirittura in una tra le sue più brillanti versioni, il Poggio de’ Colli 2018 si conferma come uno dei Cabernet Franc più convincenti e affidabili della regione e non solo, per cui, proprio per cercare il cosiddetto pelo nell’uovo, potrei accanirmi con il Carmignano Riserva Piaggia 2018 accusandolo di essere soltanto molto buono e non eccezionale come in altre occasioni.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

SELEZIONE VINI 2021: CASTELLINUZZA/CINUZZI

Il timbro aromatico e gustativo del Sangiovese di Lamole è espresso con ineffabile nitidezza nei vini di Castellinuzza (Proprietà Cinuzzi) con profumi tipicamente floreali e un sapore deciso e delicato al tempo stesso, fresco e teso, con risvolti finali che concedono più spazio alla sapidità che ai tannini. E le degustazioni di questa stagione lo hanno ribadito con fermezza.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.