Anteprima Vino Nobile, seconda parte – Febbraio 2018

 

La seconda parte delle recensioni, relative al Nobile di Montepulciano, prende in esame, per l’annata 2013, quelle etichette che ancora non erano state presentate sul mercato. Si tratta di un millesimo non facilissimo, un po’ in debito di frutto ma dalle caratteristiche interessanti per il compendio di freschezza e finezza che lo ha distinto dalle caldi annate che lo hanno preceduto.

 

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Barbanera 2013 BARBANERA
Intenso nel colore, ha profumi di frutti neri, confetture e note boisé; la struttura è compatta, lo stile convenzionale e poco caratterizzato, ben eseguito tecnicamente. – 84

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Godiolo 2013 GODIOLO
Il colore vivo, di media intensità e qualche trasparenza, lascia intuire la presenza dominante o esclusiva del sangiovese, confermata dai profumi delicatamente floreali; in bocca è coerente con l’alcol in evidenza e qualche spigolo e diluizione di troppo. Apprezzabile per lo stile più che per la materia. – 85

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Icario 2013 ICARIO
Qualche accenno di evoluzione nei profumi, con presenza non timida del rovere, sia al naso che in bocca, che corrompe la percezione del frutto, pur ben presente; manca più di definizione stilistica che di struttura. – 83

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Terrarossa 2013 PALAZZO VECCHIO
Il frutto, ben maturo, contrasta piacevolmente con la freschezza e innesca un sapore reattivo e bilanciato; il finale si semplifica ma l’insieme è riuscito. – 88

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Casina di Doro 2013 CANNETO
Sentori terrosi e boisé prevalgono al naso; in bocca l’impatto è caldo, alcolico e la chiusura ruvida e tannica, manca il frutto a fare da collante. – 82

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Il Saggio 2013 ANTICO COLLE
In lieve debito di polpa fruttata, è tuttavia dotato di buon equilibrio con finale non molto incisivo ma pulito e piacevole. – 86

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Boscarelli 2013 BOSCARELLI
Profumi nitidi di frutti rossi, viole e spezie; il sapore è fresco e dinamico, sapido, arioso, ben modulato, di media complessità e buona persistenza finale. – 91

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Camaione 2013 CASALE-DAVIDDI
Approccio olfattivo deciso su note di frutti molto maturi e cenni di rovere; di buona materia prima ma leggermente sovraestratto, mantiene un’apprezzabile compattezza. – 85

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Il Macchione 2013 IL MACCHIONE
La presenza del rovere, al naso e in bocca, è ben avvertibile ma è saporito, dotato di carattere e di convincenti tratti di eleganza nello sviluppo, con un finale tonico anche se non lunghissimo. – 88

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Bossona 2013 DEI
Giovanile nel colore, è preciso nei profumi dai toni prevalentemente fruttati con lievi accenni boisé in sottofondo; il sapore è snello, slanciato, elegante, con un finale che si irrigidisce leggermente ma mantiene l’iniziale freschezza. Campione da botte.90-92

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Simposio 2013 TENUTA TREROSE
I profumi non sono del tutto integri ma il sapore è sciolto, bilanciato e agile, anche se chiude con qualche sensazione asciugante. – 85

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Origine 2013 NOTTOLA
Intenso ma anche un po’ statico e lento nello sviluppo; la struttura è tuttavia robusta e formalmente è vino più che corretto. – 84

 

Anteprima Vino Nobile, prima parte – Febbraio 2018

 

Il Nobile di Montepulciano presentava sostanzialmente l’annata 2015, nelle versioni base e selezione, con poche Riserve 2014, qualche 2013 in ritardo di uscita e poco altro. Gli assaggi previsti ed effettuati con il prezioso supporto di Claudio Corrieri, comprendevano un totale di 69 vini.

La degustazione si è svolta in condizioni ottimali di temperatura e, visto il numero non eccessivo di campioni, è stato possibile assaggiare alla cieca, che è sempre un metodo più probante e per me preferibile.

Il punto critico degli assaggi poliziani è invece costituito dallo stato di forma dei vini che, essendo più tannici dei Chianti Classico e più giovani dei Brunello, in questa fase sono generalmente più chiusi e “abbottonati”, pertanto meno decifrabili e soggetti a variazioni sensibili con la permanenza in bottiglia.

L’impressione complessiva offre, tuttavia, un’immagine più definita stilisticamente rispetto anche al recente passato; aumentano i vini costituiti esclusivamente o quasi da sangiovese, si alleggeriscono le densità coloranti e le strutture appaiono meno massicce anche se non meno spigolose. L’annata 2015 è molto promettente e, appena superata la prossima estate, sarà anche decisamente più esplicita sul piano strettamente qualitativo.

Questa prima parte di note di assaggio è riferita invece all’annata 2014 che ha confermato i propri limiti congeniti seppur in un contesto di apprezzabile omogeneità e chiarezza interpretativa.

 

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Quercione 2014 LUNADORO
Trasparente nel colore, ha profumi maturi ma non ancora evoluti e un tatto soffice, sciolto ed elegante sul palato; di stile palesemente poco estrattivo e indirizzato senza indugi sul carattere del sangiovese, è nitido e coerente nel finale di media lunghezza.  – 89

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Talosa 2014 FATTORIA DELLA TALOSA
Molto intenso, quasi cupo nel colore, con profumi di frutti neri e confetture, è robusto, concentrato ma non sproporzionato; il finale è sapido e di buona compostezza.  – 86

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Cerro 2014 TENUTE DEL CERRO
Maturo e preciso nei profumi, ha un ingresso deciso sul palato con chiusura segnata dalla presenza tannica.  – 85 campione da botte

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Pietrarossa 2014 CONTUCCI
Leggero e un po’ evoluto nel colore, è poco denso ma scorrevole e rinfrescato dalla viva acidità; il finale è gradevole ma di media energia.  – 85

Vino Nobile di Montepulciano DOCG del Giusto 2014 CANTINA DEL GIUSTO
Floreale e fruttato al naso, è rotondo, morbido, semplice ma ben coordinato e gradevole.  – 86

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Il Macchione 2014 IL MACCHIONE
Equilibrato, tonico, carnoso a centro bocca, chiude sul tannino del rovere nel finale ma non manca di carattere.  – 87

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Le Badelle 2014 LE BADELLE
Profumi ben definiti di spezie, viole, liquirizia e cenni boisé; in bocca è ben disposto, continuo, piacevole, di buona bevibilità anche se di media lunghezza finale.  – 88

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Maestro 2014 PALAZZO VECCHIO
Floreale e speziato al naso, ha un impatto fresco e slanciato sul palato ma chiude sul rovere nel finale.  – 86

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Poderuccio 2014 TRIACCA
Leggero nel colore, fruttato nei profumi, si sviluppa con una trama delicata e puntuale, con chiusura fresca di media profondità.  – 87

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Mulinvecchio CONTUCCI
Non privo di complessità ma leggermente evoluto al naso con note di terra e sottobosco in evidenza; l’impatto sul palato è morbido e dolce ma la chiude su tannini un po’ secchi.  – 85

 

Vernaccia di San Gimignano, riepilogo dei migliori assaggi del 2017 – Febbraio 2018

Domani, mercoledì 14 febbraio, si apriranno gli assaggi di anteprima anche della Vernaccia di San Gimignano. Vedremo così quali saranno i primi responsi, ovviamente solo orientativi, sulla discussa annata 2017, anche se il focus principale sarà indirizzato su Riserve e Selezioni 2016, un millesimo dai presupposti molto promettenti. Per il momento, come già fatto per i Chianti Classico, vi propongo una sintesi dei vini più interessanti provati lo scorso anno.

 

Vernaccia di San Gimignano DOCG Casanuova 2015 FONTALEONI
ben definito nei profumi di fiori secchi, mandorle, agrumi; il sapore, dinamico e fragrante, è una riuscita combinazione tra eleganza e carattere in grado di associare la beva alla complessità  – 92

Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva La Lastra 2015 LA LASTRA
sottili note di agrumi e fiori bianchi affiorano al naso; in bocca è vino preciso, articolato, dotato di tensione gustativa  e di una certa raffinatezza nei tratti – il carattere è, come sempre, riservato e poco appariscente ma decisamente concreto e affidabile  – 92 

Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva Sanice 2014 CESANI
tipici sentori torbati al naso annunciano un vino dal carattere fermo e risoluto, fresco senza essere aspro, è tonico, reattivo, classicamente salino in chiusura – all’altezza della sua reputazione anche in un’annata difficile come la 2014  – 92

Vernaccia di San Gimignano DOCG Campo della Pieve 2015 IL COLOMBAIO DI SANTA CHIARA
preciso, nitido e calibrato nei profumi di stampo agrumato e floreale; in bocca rilancia con sicurezza e continuità, è fresco, lungo, elegante e piacevolmente sapido  – 91 

Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva I Mocali 2013 VAGNONI
profumi di agrumi e fiori bianchi al naso e sapore fresco, slanciato, arioso ed elegante, lungo e intenso nel finale – tra i migliori “Mocali” di sempre  – 91 

Vernaccia di San Gimignano DOCG Tradizionale 2015 MONTENIDOLI
caratteristico nei profumi maturi di pannocchia di grano e orzo, afferma una personalità inconfondibile sul palato grazie alla sua decisa connotazione salina-minerale che contrasta con efficacia l’impatto caldo dell’annata 2015  – 91

Vernaccia di San Gimignano DOCG Fiore 2015 MONTENIDOLI
un vino complesso, dalla struttura stratificata che emana vitalità ed energia, con rilanci e cambi continui di ritmo; l’annata ha conferito qualche nota dolce in eccesso ma, come spesso capita ai vini di Montenidoli, non ci sarà da stupirsi se la permanenza in bottiglia potrà riservare ulteriori, piacevoli sorprese  – 90 

Vernaccia di San Gimignano DOCG Panizzi 2016 PANIZZI
note limpide di fiori bianchi e cenni torbati al naso; in bocca rivela un’apparente sottigliezza e una indubbia precisione che sconfinano in pregevoli tratti di eleganza – una performance di rilievo, sorprendente per una Vernaccia “base”  – 90 

Vernaccia di San Gimignano DOCG Riserva Benedetta 2015 FATTORIA SAN DONATO
torba, caramella d’orzo, note affumicate fanno parte delle variabili aromatiche di una Vernaccia rispettabile; la bocca è densa, contrastata, fresca, rigorosa, molto ben riuscita e piacevole  – 90