Febbraio 2017 – Anteprime toscane, Nobile di Montepulciano 2

VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO 2014, SECONDA PARTE

LE BADELLE (campione da botte)
sentori curiosi di fragole e lavanda, palato un po’ scarno anche se dignitoso  82

LE BERNE
saporito, succoso, di buona polpa, mostra freschezza, carattere e un finale grintoso, una delle riuscite più convincenti del millesimo  88

LE BERTILLE
ben calibrato, è agile senza essere scarno, fresco e continuo, ottimamente bilanciato, semplificato nel finale  88

NOTTOLA (campione da botte)
sentori affumicati e di liquirizia, mostra un frutto di buona integrità e un equilibrio da perfezionare con l’affinamento  84

POLIZIANO
fiori e spezie nei profumi, palato di buona polpa, è preciso, ordinato, fresco, sapido, in grado di allungare nel finale  88

TALOSA
consistente ma anche un po’ sgraziato, ruvido, deve trovare l’assetto giusto  81

VECCHIA CANTINA DI MONTEPULCIANO (campione da botte)
qualche tratto vegetale, arioso e non pesante ma decisamente semplice nel finale  81

METINELLA – Burberosso
apparentemente evoluto, si sviluppa con una certa continuità con finale ancora rigido ma fresco  84

MONTEMERCURIO – Messaggero (campione da botte)
ancora approssimativo, qualche cenno di evoluzione, nocciole tostate in evidenza – in bocca mostra una buona disposizione con finale aperto di buona lunghezza  85

TIBERINI – Podere Le Caggiole (campione da botte)
semplice e leggermente vanigliato nei profumi, è però ben disposto, bilanciato e piacevole sul palato  84

CANTINA DEL GIUSTO – San Claudio II (campione da botte)
leggero, magro, non precisissimo ma di buona beva  81

TREROSE – Santa Caterina
tratti evoluti, manca di polpa a centro bocca, non si scioglie anche se è ordinato e corretto  82

PRIORINO – Viola
leggero, magro, quasi ossuto, dalla semplicità dichiarata ma corretto e abbastanza gradevole  82

Febbraio 2017 – Anteprime toscane, Nobile di Montepulciano 1

Gli assaggi del Nobile sono sempre i più penalizzati nel corso delle anteprime toscane. Molti dei campioni degustati sono da botte o appena imbottigliati per cui i giudizi sono quanto mai provvisori e indicativi. Gli stessi punteggi, che ho assegnato comunque, sono da prendere con le molle e più di un vino risulterà diverso,e probabilmente migliore, tra qualche mese. Gli assaggi sono stati effettuati a bottiglia coperta, con la consueta collaborazione di Claudio Corrieri.

VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO 2014 – prima parte

ANTICO COLLE
buon equilibrio, dolcezza misurata, tannini calibrati, finale pulito e continuo  87

AVIGNONESI
profumi di ciliegie, ribes, spezie – beva equilibrata, non spigoloso ma un po’ scarno, di buona continuità, finale semplice  85

BARBANERA – Duca di Saragnano
molto, forse troppo intenso nel colore, piuttosto generoso al primo impatto si disunisce nel finale  81

BINDELLA
fresco, bevibile, scorrevole, un po’ magro nel finale ma di chiara leggibilità e definizione  85

TENUTE DEL CERRO (campione da botte)
morbido, equilibrato, di medio carattere, con tannini docili  85

CROCE DI FEBO
fruttato, diretto, gradevole, fresco ma un po’ magro  85

DEI
qualche dolcezza di troppo nel primo approccio, di buona densità, semplice nel finale  84

GODIOLO (campione da botte)
da assestare nei profumi, buona tensione sul palato ma anche un’evidente magrezza  81

GRACCIANO DELLA SETA
profumi floreali, ben stilizzato, leggero e un po’ rigido ma anche fresco, di buona beva e piacevole tensione  87

ICARIO (campione da botte)
dotato di uno slancio convincente, di buona spinta acida e fondo sapido, deve assorbire i tannini in eccesso ma il carattere non manca  86

IL CONVENTINO (campione da botte)
impatto floreale, vinoso, un po’ semplice ma piacevole e sincero  84

LA BRACCESCA
lo stile non è del tutto ben definito ma è tonico, energico, spigliato, intenso  86

Febbraio 2017 – Rossi DOCG – Serie 2

DENOMINAZIONE NOME DEL VINO ANNATA AZIENDA GIUDIZIO VOTO
Chianti Classico DOCG I Bastioni 2013 COLLAZZI indubbiamente centrato, è intenso e vitale, energico senza eccessi, tende a inoltrarsi in profondità senza allargarsi inutilmente  87
Chianti Classico DOCG Monte Maggio 2010 MONTEMAGGIO la freschezza innanzitutto, sembra essere il suo motto – qualche scoria tannica a centro bocca superata con slancio – finale dal respiro ampio  88
Chianti Classico DOCG RBB 1961 2012 CANTINA SOC. COLLINE DEL CHIANTI E DI GEGGIANO frutto maturo e pulito -in scioltezza, ha slancio e freschezza, è vivo, scattante, intenso e continuo – non complesso ma di sorprendente bevibilità  89
Chianti Colli Fiorentini DOCG Lanciola 2013 LANCIOLA pulito, ben fatto – pochi profumi ma buon contrasto – ha poco slancio ma non è un vino impacciato  82
Chianti Superiore DOCG Casalini 2014 FIBBIANO fruttato, fresco, agile, riconoscibile come Chianti, di buona tenuta sul palato  83
Vino Nobile di Montepulciano DOCG Dei 2013 DEI concilia felicemente carattere e finezza – il timbro del sangiovese è ben avvertibile, è fresco, sapido, elegante nello sviluppo, deciso nella presa sul palato, lungo nel finale – una prova autorevole 92
Vino Nobile di Montepulciano DOCG I Quadri 2013 BINDELLA necessita della giusta ossigenazione per trovare l’assetto giusto ed esprimersi al meglio – è vino elegante e stilizzato, lungo, slanciato, gioca le sue carte migliori nel finale dove evidenzia freschezza, ariosità e complessità  93
Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Bossona 2011 DEI ricco, intenso, di bella polpa e continuità – energico e persistente, leggermente alcolico e boisé  89
Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Carpineto 2012 CARPINETO intenso e maturo, mostra qualche punta di dolcezza e una presenza un po’ insistente del rovere ma possiede una spinta energica e una struttura consistente  85