Anteprima Vino Nobile, prima parte – Febbraio 2018

 

Il Nobile di Montepulciano presentava sostanzialmente l’annata 2015, nelle versioni base e selezione, con poche Riserve 2014, qualche 2013 in ritardo di uscita e poco altro. Gli assaggi previsti ed effettuati con il prezioso supporto di Claudio Corrieri, comprendevano un totale di 69 vini.

La degustazione si è svolta in condizioni ottimali di temperatura e, visto il numero non eccessivo di campioni, è stato possibile assaggiare alla cieca, che è sempre un metodo più probante e per me preferibile.

Il punto critico degli assaggi poliziani è invece costituito dallo stato di forma dei vini che, essendo più tannici dei Chianti Classico e più giovani dei Brunello, in questa fase sono generalmente più chiusi e “abbottonati”, pertanto meno decifrabili e soggetti a variazioni sensibili con la permanenza in bottiglia.

L’impressione complessiva offre, tuttavia, un’immagine più definita stilisticamente rispetto anche al recente passato; aumentano i vini costituiti esclusivamente o quasi da sangiovese, si alleggeriscono le densità coloranti e le strutture appaiono meno massicce anche se non meno spigolose. L’annata 2015 è molto promettente e, appena superata la prossima estate, sarà anche decisamente più esplicita sul piano strettamente qualitativo.

Questa prima parte di note di assaggio è riferita invece all’annata 2014 che ha confermato i propri limiti congeniti seppur in un contesto di apprezzabile omogeneità e chiarezza interpretativa.

 

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Quercione 2014 LUNADORO
Trasparente nel colore, ha profumi maturi ma non ancora evoluti e un tatto soffice, sciolto ed elegante sul palato; di stile palesemente poco estrattivo e indirizzato senza indugi sul carattere del sangiovese, è nitido e coerente nel finale di media lunghezza.  – 89

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Talosa 2014 FATTORIA DELLA TALOSA
Molto intenso, quasi cupo nel colore, con profumi di frutti neri e confetture, è robusto, concentrato ma non sproporzionato; il finale è sapido e di buona compostezza.  – 86

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva Cerro 2014 TENUTE DEL CERRO
Maturo e preciso nei profumi, ha un ingresso deciso sul palato con chiusura segnata dalla presenza tannica.  – 85 campione da botte

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Pietrarossa 2014 CONTUCCI
Leggero e un po’ evoluto nel colore, è poco denso ma scorrevole e rinfrescato dalla viva acidità; il finale è gradevole ma di media energia.  – 85

Vino Nobile di Montepulciano DOCG del Giusto 2014 CANTINA DEL GIUSTO
Floreale e fruttato al naso, è rotondo, morbido, semplice ma ben coordinato e gradevole.  – 86

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Il Macchione 2014 IL MACCHIONE
Equilibrato, tonico, carnoso a centro bocca, chiude sul tannino del rovere nel finale ma non manca di carattere.  – 87

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Le Badelle 2014 LE BADELLE
Profumi ben definiti di spezie, viole, liquirizia e cenni boisé; in bocca è ben disposto, continuo, piacevole, di buona bevibilità anche se di media lunghezza finale.  – 88

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Maestro 2014 PALAZZO VECCHIO
Floreale e speziato al naso, ha un impatto fresco e slanciato sul palato ma chiude sul rovere nel finale.  – 86

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Poderuccio 2014 TRIACCA
Leggero nel colore, fruttato nei profumi, si sviluppa con una trama delicata e puntuale, con chiusura fresca di media profondità.  – 87

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Mulinvecchio CONTUCCI
Non privo di complessità ma leggermente evoluto al naso con note di terra e sottobosco in evidenza; l’impatto sul palato è morbido e dolce ma la chiude su tannini un po’ secchi.  – 85

 

Commenta