Extra Brut Pietro Colla 2016 PODERI COLLA

 

Extra Brut Pietro Colla 2016 PODERI COLLA

Poderi Colla è senza dubbio una delle aziende storiche delle Langhe. Non sto qui a ripercorrerne la storia che troverete, comunque, ben esposta sul sito aziendale (basta cliccare sul titolo in evidenza). Mi limito a ricordare alcune tra le varie etichette prodotte che ogni appassionato dovrebbe avere bene in memoria, dall’originale Langhe Rosso Bricco del Drago (uvaggio di dolcetto e nebbiolo), all’elegante Barbaresco Roncaglie, fino al classico, rigoroso Barolo Bussia Dardi Le Rose.

Preferisco, però, dedicare la vetrina odierna al Pietro Colla, uno spumante, metodo tradizionale classico, ottenuto in massima parte da pinot nero con una piccola aggiunta di uve autoctone (generalmente nebbiolo). A scanso di equivoci, la famiglia Colla possiede una provata e datata esperienza nella produzione di bollicine e non è certamente per rincorrere le tendenze attuali che propone il suo Extra Brut.

Ho assaggiato il millesimato 2016 (dégorgement avvenuto nel luglio 2019) e debbo dire, grazie probabilmente alla favorevole annata, di aver ricevuto un’eccellente impressione. È infatti uno spumante dall’effervescenza viva e continua ma non aggressiva, assai ben equilibrato, composto, fresco senza mostrare eccessivi spigoli acidi, intenso senza risultare stucchevole, preciso eppure dotato di carattere.
Senza entrare nei consueti dettagli organolettici, è semplicemente un bel bere.

Commenta