SELEZIONE VINI 2021: CASTELLINUZZA/CINUZZI

Il timbro aromatico e gustativo del Sangiovese di Lamole è espresso con ineffabile nitidezza nei vini di Castellinuzza (Proprietà Cinuzzi) con profumi tipicamente floreali e un sapore deciso e delicato al tempo stesso, fresco e teso, con risvolti finali che concedono più spazio alla sapidità che ai tannini. E le degustazioni di questa stagione lo hanno ribadito con fermezza.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

SELEZIONE VINI 2021: PALAZZO VECCHIO

La degustazione di questa stagione dei vini di Palazzo Vecchio non presta il fianco a equivoci: l’azienda ha ormai intrapreso una strada dai contorni definiti e non è soltanto l’ottima riuscita delle selezioni di punta a dare sostanza al progetto ma il ruolo convincente del resto della gamma aziendale. Su queste basi si delinea con chiarezza un taglio stilistico che mette al centro il carattere e la riconoscibilità del sangiovese con una ricerca di slancio ed eleganza non così diffusa a Montepulciano e che personalmente non posso fare altro che condividere sperando che sia un tema presente con continuità negli anni a venire.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

SELEZIONE VINI 2021: POMONA

Non ho molto da aggiungere all’immagine descritta meno di un anno fa qui sulla Fattoria Pomona di Monica Raspi e anche le annate provate in questa stagione confermano valori qualitativi consolidati che fanno presagire risposte ancora più “alte” quando saranno disponibili le nuove uscite, coincidenti con vendemmie assai promettenti.
Per i più pigri, quelli che non hanno neanche voglia di cliccare per leggere la precedente recensione, sintetizzo il concetto ribadendo che, al di là dei giudizi numerici, l’assaggio dei vini di Pomona rende più chiaro ed esplicito il significato del termine schiettezza.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.