SELEZIONE VINI 2021: CASTELLINUZZA/CINUZZI

Il timbro aromatico e gustativo del Sangiovese di Lamole è espresso con ineffabile nitidezza nei vini di Castellinuzza (Proprietà Cinuzzi) con profumi tipicamente floreali e un sapore deciso e delicato al tempo stesso, fresco e teso, con risvolti finali che concedono più spazio alla sapidità che ai tannini. E le degustazioni di questa stagione lo hanno ribadito con fermezza.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

SELEZIONE VINI 2021: PALAZZO VECCHIO

La degustazione di questa stagione dei vini di Palazzo Vecchio non presta il fianco a equivoci: l’azienda ha ormai intrapreso una strada dai contorni definiti e non è soltanto l’ottima riuscita delle selezioni di punta a dare sostanza al progetto ma il ruolo convincente del resto della gamma aziendale. Su queste basi si delinea con chiarezza un taglio stilistico che mette al centro il carattere e la riconoscibilità del sangiovese con una ricerca di slancio ed eleganza non così diffusa a Montepulciano e che personalmente non posso fare altro che condividere sperando che sia un tema presente con continuità negli anni a venire.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

SELEZIONE VINI 2021: CANTINA PUIANELLO

Confesso di bere Lambrusco – spaziando tra le innumerevoli tipologie – spesso e volentieri e altrettanto volentieri pubblico qualche recensione al riguardo, almeno quando capita l’occasione giusta. In questo caso mi è stata fornita, con la preziosa collaborazione di Alfredo “Ciccio” Grasselli, dalla Cantina Puianello, una cantina sociale operante nel reggiano dove produce una serie consistente di etichette ben fatte e piacevoli. In particolare evidenza, tra i nove vini recensiti, si è posto lo Spergola Ancestrale, fine nella presa di spuma e persistente nel finale, e non ha per niente sfigurato l’unico vino “fermo” della batteria, vale a dire il sorprendente Cabernet Sauvignon Rosso Bruma.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.