Previous Next

Il Cabernet (e altri vini) di Montechiari

Indubbiamente l’attrazione esercitata da un vino realizzato con uve internazionali rispetto alle autoctone è al giorno d’oggi piuttosto inferiore rispetto al recente passato ed è ben comprensibile che si tenda a preferire vini che, almeno in teoria, esprimano, tramite il vitigno, un collegamento più diretto con il territorio di origine. D’altro canto non si possono …

Continua a leggere

I VINI di TOLAINI

A mantenere vivo il ricordo del compianto Pierluigi Tolaini, scomparso pochi mesi fa, ci sono e ci saranno sempre i suoi vini. In questa stagione di assaggi ne ho provati cinque con riscontri complessivamente positivi anche se non c’è stato un vero stacco tra le etichette di punta e quelle meno ambiziose, che, in effetti, …

Continua a leggere

I VINI di VILLA CERNA E VILLA ROSA

Alla storica proprietà di Villa Cerna la casa vinicola Cecchi ha aggiunto pochi anni fa l’acquisizione di Villa Rosa. Entrambe le aziende sono collocate nel comune di Castellina in Chianti e rappresentano l’impegno della famiglia Cecchi nell’intraprendere un percorso di caratterizzazione fondamentale per saldare al territorio le prospettive di sviluppo futuro dell’azienda. I tre vini recensiti, …

Continua a leggere

I VINI di VILLA CALCINAIA

La schiera dei vini di Villa Calcinaia è stata un po’ meno ricca di proposte rispetto al consueto (solo una Gran Selezione in rappresentanza dell’annata 2017), ma non certo meno interessante. Il merito principale è da ascrivere alla sorprendente performance dell’Occhiorosso 2018 – già segnalato qui– ma anche il Vigna Bastignano 2017 si è fatto rispettare superando …

Continua a leggere

Il Chianti Classico di BADIA A COLTIBUONO

Seppur ridotta numericamente rispetto ad altre occasioni, la schiera dei vini presentati quest’anno da Badia a Coltibuono conferma una certezza: sono davvero pochi i Chianti Classico di annata, o base che dir si voglia, che mantengono un livello costantemente elevato come Badia a Coltibuono, anche in considerazione della quantità prodotta, largamente superiore alle centomila unità, …

Continua a leggere

ASSAGGI SPARSI (BOLGHERI), GRUPPO N. 5

Ho raccolto in questo gruppo tre “giovani” aziende bolgheresi di belle speranze (non sono le uniche, altre seguiranno a breve), che testimoniano la vitalità di questo angolo dell’area costiera toscana. Gli assaggi recensiti si riferiscono alle annate 2017 e 2018. Due millesimi che per ragioni quasi opposte hanno riservato non poche angustie ai produttori ma …

Continua a leggere

CASTELLO DEL TERRICCIO, gli ultimi assaggi

Senza eccessivo fragore mediatico i vini del Castello del Terriccio sono conosciuti e altamente apprezzati da quasi trent’anni per l’eleganza, la ricchezza e il senso di naturale equilibrio che trasmettono. Il Lupicaia– cabernet sauvignon in larga prevalenza – è da sempre l’alfiere aziendale e anche con l’annata 2016 non si è smentito. Segue per gli …

Continua a leggere

I VINI del CASTELLO DI VOLPAIA

Come di consueto, i vini di Volpaia si sono affermati nel segno dell’affidabilità e della compattezza qualitativa. Lo stile, adottato ormai da anni, si distingue per la misura e la concretezza e non si affida a interpretazioni troppo estreme: sono vini moderatamente “moderni” e, insieme, moderatamente “tradizionali”, realizzati restando nei binari di una tecnica enologica …

Continua a leggere