I BIANCHI di SERGIO MOTTURA

 

Mi rendo conto di non dire niente di nuovo se affermo che Sergio Mottura è uno dei grandi personaggi del vino italiano, ma non ho intenzione di stare a decantarne gesta e virtù in quanto per lui parlano i suoi vini e anche perché poco mi si addice il ruolo di tessitore di lodi, una funzione che, oggi più che mai, è  abbondantemente coperta da un folto stuolo di enoici, ma non eroici, lusingatori.

Vado quindi al sodo e tra le pagine riservate agli abbonati ho raccolto le note di tre mini-mini verticali (due annate a confronto) dell’Orvieto Tragugnano, del Poggio della Costa e del Latour a Civitella. Tutti vini bianchi declinati con stili e intenti diversi eppure accomunati da una forza  e da una chiarezza espressiva non comuni, oltre che uniti, in tutto o in parte, dalla condivisione dello stesso vitigno, il Grechetto.

Dalla degustazione emerge in tutte e tre le etichette una prevalenza evidente dell’annata più “vecchia” rispetto alla giovane. Difficile dire se il fatto sia casuale ma anche i riassaggi effettuati danno il segno di una materia estremamente viva che si “muove”, come è anche naturale che sia, e crea, con l’evoluzione in bottiglia e il primo contatto con l’ossigeno, effetti di complessità via via maggiori.

segue per gli abbonati

ASSAGGI SPARSI N. 2, VINI BIANCHI

Gli “Assaggi Sparsi” riguardano stavolta un gruppo di 17 vini bianchi provenienti da zone diverse. Le recensioni dettagliate sono consultabili su Ratings.

I vini sono prodotti dalle seguenti Cantine:

Argillae,  Bucci, Butussi, Caprai, Giancarlo Ceci, Fazi Battaglia, Feudo Antico, La Ponca, Librandi, Lungarotti, Montecappone, Pighin.

Dalle Marche alla Sicilia, bianchi in ordine sparso – Gennaio 2018

Una rassegna quanto mai variegata di vini bianchi del Centro-Sud, dal carattere multiforme e ben distinto che va a braccetto con la pulizia e la correttezza tecnica. E gli spunti di interesse non mancano davvero..

 

Etna Bianco Calderara 2015 COTTANERA
Complesso, maturo, molto ben equilibrato, è dinamico, lungo, ben caratterizzato in chiusura dalla tensione sapida-minerale  – 90

Etna Bianco Cottanera 2016 COTTANERA
Fresco, sapido, preciso, calibrato, semplice  – 85

Orvieto Classico Superiore DOCG Panata 2016 ARGILLAE
Preciso e nitido nei profumi, è integro, equilibrato, dinamico nella progressione, coerente nel finale  – 87

Sicilia Bianco DOC Donna Angelica 2015 ASSULI
Nitidi profumi di fiori di sambuco al naso e sapore rotondo, piacevole, di media complessità e convincente equilibrio  – 87

Sicilia Grillo DOC Astolfo 2015 ASSULI
Più floreale che fruttato al naso, è equilibrato, ben articolato, lungo e provvisto di doti di finezza non trascurabili – un esempio decisamente virtuoso di un vitigno che in passato ha sofferto di un ingiustificato anonimato  – 91

Terre Aquilane Pecorino IGT Giulia 2016 CATALDI MADONNA
Floreale e leggermente vegetale nei profumi, è fresco, tonico, scattante sul palato  – 87

Toscana Vermentino IGT Perlaia 2016 BRUNI
Ricavato da una vendemmia tardiva, presenta un attacco dai toni dolci sul palato; il grado alcolico è però contenuto, lo sviluppo grasso e succoso, il finale piacevolmente sapido  – 88

Umbria Grechetto IGT Argillae 2016 ARGILLAE
Pulito ma un po’ verde al naso con sentori di erbe aromatiche; in bocca è fresco e lineare, leggero nella struttura, con chiusura di media lunghezza  – 85

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Montecappone 2016 MONTECAPPONE
Sentori di mandorle e pesche gialle al naso, seguiti da un sapore docile, rotondo, quasi abboccato, di buona intensità e pulizia  – 86

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva San Sisto 2015 FAZI BATTAGLIA
Estremamente nitido nei profumi, è vino complesso, elegante, articolato, dinamico, molto lungo nel finale – in sintesi davvero eccellente  – 93

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Riserva Utopia 2014 MONTECAPPONE
Profumi intensi di torba e agrumi su uno sfondo affumicato; in bocca è energico e risoluto, ampio e potente a dispetto delle precarietà dell’annata  – 89

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Massaccio 2015 FAZI BATTAGLIA
Floreale e fruttato al naso, è saporito, gustoso, continuo, reattivo, coerente nel finale  – 88