SELEZIONE VINI 2021: TERENZUOLA

La presenza di vini come il Fosso di Corsano nobilita la tipologia dei Vermentino ma non scoraggia la voglia di Terenzuola di produrre dei vini rossi all’altezza dei suoi già celebrati “bianchi”. E allora, nel mio costante tentativo di trovare nuovi spunti di interesse, voglio sottolineare il tatto carezzevole de La Merla della Miniera (canaiolo nero) e la stimolante fragranza del Vermentino Nero, che di nero e minaccioso ha solo il nome. Due rossi con la grazia e la bevibilità di un bianco.
E mi viene da pensare che, forse forse, certi produttori “bianchisti” con il tempo riescano a sviluppare una particolare sensibilità nel curare i dettagli e valorizzare la freschezza e l’eleganza dei loro vini. Bianchi o rossi che siano.

Seguono, per gli abbonati, le note di assaggio.

SELEZIONE VINI 2021: TERRE BIANCHE

Succede davvero raramente di trovarsi di fronte a una serie di vini – prodotti dalla medesima azienda (Terre Bianche) – così riusciti, al punto di creare qualche interrogativo di tipo “classificatorio”. Poteva essere messa in conto la competizione tra il Bricco Arcagna e il Terrabianca, le due principali etichette di Rossese di Dolceacqua: più ricco, strutturato, complesso il primo; fine, scattante, freschissimo il secondo. È un dilemma che si è verificato anche in anni passati con il Terrabianca immediatamente più coinvolgente e il Bricco Arcagna meno disponibile inizialmente ma che, con l’ossigenazione, sale progressivamente di quota e ti fa immaginare un’evoluzione ancora più positiva. L’annata 2019 ci consegna quindi in splendide condizioni di forma questi due magnifici rossi liguri che, per inciso, non hanno proprio niente da invidiare a tipologie assai più celebrate.
Ma non è finita qui, perché non mi sarei atteso un simile confronto anche tra i due Pigato con il (teoricamente) più semplice 2020 in grado di contendere il ruolo di protagonista al pur eccellente Arcana Bianco 2019, esibendo un carattere e un’articolazione da vino di caratura superiore.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

SELEZIONE VINI 2021: SIDDÙRA E IL VERMENTINO

La popolarità del Vermentino è ai massimi storici. Al pubblico piace il nome, non solo il vino, le bottiglie di Vermentino sono le tra le più stappate nel corso dell’estate nelle coste liguri, sarde e toscane, ovvero le aree di maggiore diffusione del vitigno che assume un ruolo dominante nella pur vasta produzione della cantina Siddùra. Ho assaggiato tre versioni distinte di tre annate diverse ma coerenti tra loro non solo per la precisione tecnica e la definizione stilistica, ma per un senso di bevibilità istintivo che non va a discapito della potenziale complessità.……continua per gli abbonati.