SELEZIONE VINI 2023: PANIZZI

Firma tra le più conosciute di San Gimignano, Panizzi costituisce una sponda sempre affidabile per gli appassionati della Vernaccia. La Riserva 2019 mostra, rispetto al passato, di avere affinato il suo rapporto con il rovere, attenuando i toni fortemente affumicati che la caratterizzavano in fase giovanile, mentre la selezione Vigna Santa Margherita 2021 esibisce una personalità sempre più definita, con tratti di eleganza che emergono alla distanza.

Le note di degustazione sono consultabili qui, in area abbonati.

SELEZIONE VINI 2023: MELINI

Il fatto di far parte del Gruppo Italiano Vini, entità di ampie dimensioni, non deve indurre a pensare che la produzione delle Fattorie Melini sia indirizzata su traiettorie stilistiche banalmente convenzionali, con uno sguardo compiacente e quasi subordinato al cosiddetto gusto internazionale. In realtà, pur seguendo una linea cauta e attenta a non avventurarsi in scelte estreme, la linea produttiva di Melini è più incline a privilegiare criteri di stampo tradizionale con largo utilizzo, ad esempio, di botti grandi per l’affinamento del Sangiovese. Nel contesto di una proposta costantemente affidabile nelle etichette più semplici come la Vernaccia Le Grillaie, il Chianti San Lorenzo e il Chianti Classico Granaio, risalta, come di consueto, la prova della Riserva La Selvanella che, con l’annata 2019, esprime un potenziale di rilievo, meritevole di essere testato nuovamente nel corso della sua evoluzione.

Le note di degustazione sono consultabili qui, in area abbonati.

SELEZIONE VINI 2023: IL COLOMBAIO DI SANTA CHIARA

Sulla costanza qualitativa della Vernaccia de Il Colombaio di Santa Chiara non ci sono dubbi e non c’è niente da scoprire; pertanto resta solo da verificare la risposta in assaggio delle tre diverse selezioni prodotte. E se il Campo della Pieve 2021 si pone ancora una volta tra i vini di maggior valore della storica tipologia sangimignanese, sorprende in positivo la brillante performance del Selvabianca 2022, anche rispetto alle attese create dalla più ambiziosa Riserva L’Albereta 2020. Sul fronte dei vini rossi si distingue invece il Cabernet Franc Bacicolo, anche se il rapporto con il rovere è ancora un po’ conflittuale.

Le note di degustazione sono consultabili qui, in area abbonati.

SELEZIONE VINI 2023: CAPPELLASANTANDREA

Non posso che ribadire le considerazioni espresse giusto un anno fa su Cappellasantandrea (leggi qui), una cantina che non si limita a proporre vini di buona materia ed esecuzione ma che ha puntato senza tentennamenti sull’affermazione di un proprio stile e sulla riconoscibilità delle tipologie prodotte. Anche nella scelta delle tre selezioni di Vernaccia di San Gimignano (Clara Stella, Rialto e Riserva Prima Luce) prevale la “necessità” di assegnare a ognuna di esse un carattere simile ma ben distinto dalle altre, seguendo processi operativi leggermente diversi e presentandole in annate a scalare. E se la Vernaccia ha, come è comprensibile, la ribalta maggiore, sarebbe un grave errore pensare che i vini rossi siano tralasciati. Ne è una chiara riprova la sorprendente riuscita del Chianti Colli Senesi Arciduca 2020, un rosso fresco ed elegante, come ne capitano pochi nella sua tipologia.

Le note di degustazione sono consultabili qui, in area abbonati.

© 2016 ErGentili - build proudly by Stuwebmakers and Wordpress
contact: info@ernestogentili.
Privacy Policy