The Great Wines of Tuscany – Giunti – 2017

Bozza automatica

I Chianti Rufina esaminati nell’occasione appartengono prevalentemente all’annata 2015 ma i due 2014 non sfigurano affatto. L’impressione complessiva è più che positiva. Certamente qualche dettaglio va messo a punto, non sempre rovere e tannino sono così ben integrati con il frutto e l’acidità, ma il carattere e il senso d’identità sono ben presenti e costituiscono il vero atout della denominazione.

DENOMINAZIONE NOME DEL VINO ANNATA AZIENDA GIUDIZIO VOTO
Chianti Rufina DOCG Colognole 2014 COLOGNOLE sapido, energico, ha carattere e fermezza oltre a uno slancio naturale; la chiusura è ancora un po’ dura, ma in linea con annata e tipologia 87
Chianti Rufina DOCG Frascole 2014 FRASCOLE profumi affumicati e floreali di buona intensità; il sapore è delicato, spinto da un’acidità naturale, dallo stile ben definito, saporito, grintoso, molto fresco nel finale 88
Chianti Rufina DOCG I Domi 2015 I VERONI il frutto è nitido e maturo, il sapore vivo e croccante, intenso, robusto ma non pesante o statico, mantiene compattezza e linearità anche nel finale 87
Chianti Rufina DOCG Il Cedro 2015 FATTORIA LAVACCHIO pulito al naso, è tonico, contrastato, ancora giovane e un po’ tannico ma dotato di carattere e vitalità 85
Chianti Rufina DOCG Il Lago 2015 FATTORIA IL LAGO fruttato con qualche tratto leggermente evoluto nei profumi, è poi piacevole e continuo nello sviluppo con chiusura sapida di media gittata 85
Chianti Rufina DOCG Il Pozzo 2015 PODERE IL POZZO carattere da sangiovese schietto anche se un po’ farraginoso nello sviluppo, dove i tannini intralciano il percorso; merita comunque di essere atteso 84
Chianti Rufina DOCG San Giuliano 2015 MARCHESI GONDI come altri Rufina segnala qualche spigolo caratteriale in eccesso, ma non è né banale né noiosamente omologato 85
Chianti Rufina DOCG Selvapiana 2015 SELVAPIANA leggero e trasparente nel colore, delicatamente floreale e fruttato al naso, è vino agile, snello, fresco e puro, forse un po’ semplice ma chiaro ed espressivo nello stile 90
Chianti Rufina DOCG Villa Travignoli 2015 TRAVIGNOLI ingresso sul palato molto fresco, diretto e piacevole; è un vino non complesso ma succoso e di bella beva 88

Montecarlo Rosso - Gennaio 2018

Storica denominazione, conosciuta e diffusa ben prima del successo del Brunello di Montalcino o della nascita dei primi vini rossi di Bolgheri, Montecarlo si è rintanata gradualmente in uno spazio sempre più ristretto dell’enologia toscana. Ma è ancora ben presente e non si limita a resistere, rilanciando oggi la sua immagine grazie a un piccolo ma agguerrito stuolo di giovani produttori che si affiancano alle aziende già presenti sul territorio, e grazie anche al privilegio di avere come presidente un grande personaggio come Gino Fuso Carmignani.

DENOMINAZIONE NOME DEL VINO ANNATA AZIENDA GIUDIZIO VOTO
Montecarlo Cabernet Sauvignon DOC Fattoria La Torre 2016 FATTORIA LA TORRE corretto e composto aromaticamente, è garbato, soffice, gradevole, di medio carattere 84
Montecarlo Rosso DOC Etichetta Blu 2015 BUONAMICO un po’ chiuso al naso, indirizzato su note fruttate e speziate; sapore continuo, rotondo, un po’ rugoso in chiusura 84
Montecarlo Rosso DOC Buonamico 2016 BUONAMICO vivo nel colore, è nitidamente fruttato, succoso, bilanciato e gradevole 85
Montecarlo Rosso DOC Cercatoia Alta 2016 CERCATOIA ALTA qualche lieve incertezza olfattiva compensata da un sapore dotato di slancio e freschezza acida 83
Montecarlo Rosso DOC Enzo Carmignani 2016 Enzo CARMIGNANI fruttato, molto semplice, corretto ma un po’ magro e segnato da un’acidità marcata 81
Montecarlo Rosso DOC Il Vignole 2016 STEFANINI TRONCHETTI pulito e piacevole al naso con sentori fruttati e floreali; il sapore è ordinato, continuo, fresco e coerente anche nel finale persistente 87
Montecarlo Rosso DOC Tenute di Badia 2016 TENUTE DI BADIA fruttato, diretto, pulito e gradevole nei profumi; in bocca conferma il tono fruttato ma è leggermente scomposto e corto nel finale 82
Montecarlo Rosso DOC Vigna del Greppo 2016 VIGNA DEL GREPPO note di prugne e pepe al naso; attacco diritto sul palato, morbido, semplice ma di apprezzabile freschezza 85

Toscana Rossi IGT, varie annate - Gennaio 2018

È opportuno sottolineare la disomogeneità di questo gruppo di rossi toscani, non solo per quanto riguarda le annate ma, soprattutto in riferimento ai vitigni che li compongono e ai diversi costi di acquisto. Tanto per fare un esempio e ristabilire le giuste proporzioni, il Rosso dello Sparviero è rintracciabile sugli scaffali a un decimo del prezzo di un Siepi (7 euro e mezzo contro 75).

DENOMINAZIONE NOME DEL VINO ANNATA AZIENDA GIUDIZIO VOTO
Toscana Rosso IGT Il Blu 2013 BRANCAIA balsamico e speziato, è complesso e profondo nei profumi; in bocca è molto fresco, continuo, dotato di progressione e slancio, oltre che di un finale lungo e rinfrescante 93
Toscana Rosso IGT Lippo 2015 PIEVE SANTO STEFANO agile, slanciato, diretto e piacevole, è vino dall’impianto semplice e dalla beva invitante 86
Toscana Rosso IGT Lungarno 2015 FATTORIA DI CALAPPIANO il frutto è nitido, intenso e succoso, saporito e bilanciato in bocca, non molto espansivo nel finale ma ben fatto 86
Toscana Rosso IGT Rosso dello Sparviero 2015 CASALE DELLO SPARVIERO- FATTORIA CAMPOPERI di buona intensità, è fruttato, saporito, polposo, un po’ ruvido e semplice in chiusura ma abbastanza gradevole 83
Toscana Rosso IGT Siepi 2015 MARCHESI MAZZEI profondo e complesso al naso con sentori di spezie, frutti neri e balsami; l’ingresso sul palato è denso ed elegante, morbido, continuo, ben delineato, con finale lungo, intenso, solo appena boisé 92
Toscana Rosso IGT Stringaio 2015 FATTORIA LA TORRE integro nei profumi, denso al tatto, carnoso, con tannini in eccessiva evidenza in chiusura di bocca 84
Toscana Rosso IGT Verrazzano 2015 CASTELLO DI VERRAZZANO piacevolmente profumato, con note di violette, vaniglia, agrumi; il sapore è delicato, docile ma anche continuo e lungo – un vino dall’impronta semplice ma godibilissimo 89
Toscana Sangiovese IGT Poggio alle Viole 2014 COL DI BACCHE in linea con l’annata evidenzia maggiormente la freschezza rispetto alla concentrazione, il sapore si sviluppa in tensione con un carattere sapido in rilievo 89

Cirò, Etna e altri rossi meridionali - Gennaio 2018

Dal Nero d’Avola all’Aglianico, passando per il Gaglioppo e il Neretto Mascalese, la lista dei vini presentati oggi è quanto mai variegata. Al punto da far chiedere che cosa abbiano in comune, al di là della generica origine meridionale. Ed è sin troppo facile rispondere che, seppur in modo alquanto sommario, riflettono una crescente consapevolezza qualitativa.

DENOMINAZIONE NOME DEL VINO ANNATA AZIENDA GIUDIZIO VOTO
Calabria Rosso IGT Mastrogiurato 2014 CAPARRA & SICILIANI fruttato nei profumi, ha uno sviluppo rapido e quasi brusco sul palato, dove i tannini tendono a marcare la loro presenza, ma la struttura è vigorosa e il carattere robusto 85
Castel del Monte Nero di Troia DOC Parco Marano 2015 Giancarlo CECI frutto intenso e maturo di apprezzabile nitidezza; sapore denso, pastoso, pieno, un po’ statico ma ben bilanciato 87
Cirò Rosso Classico DOC Solagi 2015 CAPARRA & SICILIANI di stile tradizionale, è aperto, arioso, con qualche tratto evoluto, ha un finale sapido e punteggiato da tannini leggermente rugosi, ma non manca di carattere 84
Cirò Rosso Classico Superiore DOC Riserva Caparra & Siciliani 2014 CAPARRA & SICILIANI profumi intensi di spezie, liquirizia, agrumi al naso; il sapore è intenso, continuo, dallo stile classico, dolce e soave all’ingresso sul palato, elegante e sfumato nel tocco tannico 91
Cirò Rosso Classico Superiore DOC Riserva Duca Sanfelice 2013 LIBRANDI trasparente nel colore, ha profumi affumicati, ematici, speziati, con accenni floreali; la bocca è energica, espressiva, non banale, appena un po’ boisé in chiusura 88
Cirò Rosso Classico Superiore DOC Riserva Volvito 2014 CAPARRA & SICILIANI esotico nei profumi di spezie orientali, carrube, datteri e buccia di arancio; in bocca è rotondo e articolato nello sviluppo, chiude con una stretta tannica e boisé decisa e poco disposta a distendersi, ma dà prova di carattere 88
Etna Rosso DOC Feudo di Mezzo 2014 COTTANERA preciso nei profumi, è tonico nella struttura, sottile nella trama tannica, molto sapido nel finale 89
Etna Rosso DOC Riserva Zottorinoto 2013 COTTANERA ha polpa, frutto, carattere e presa decisa sul palato; i tannini sono fitti e fini e il finale molto lungo, dal carattere minerale 92
Taurasi DOCG Fiorentino 2012 FIORENTINO intenso nel colore, è ricco e sfaccettato aromaticamente su note di spezie, pietra focaia, carne affumicata e balsami; in bocca è denso, continuo, con finale lungo e rinfrescato dall’acidità 89
Terre Siciliane IGT Mandrarossa Frappato 2016 CANTINA SETTESOLI rubino violaceo nel colore, profuma di fiori di campo e amarene; in bocca è semplice ma dotato di una scioltezza e di uno slancio molto apprezzabili, con finale piacevolmente fresco e salino 88
Terre Siciliane IGT Mandrarossa Timperosse 2016 CANTINA SETTESOLI nitidamente fruttato e maturo nei profumi, è saporito, fresco, fragrante sul palato 86
Terre Siciliane Nero d’Avola IGT Besi 2014 ASSULI impatto di una certa complessità, è sapido, espansivo, lungo, consistente, con pregevoli risvolti di stampo minerale 89
Terre Siciliane Nero d’Avola IGT Lorlando 2016 ASSULI ha un frutto fresco e integro al naso, corrisposto da un sapore diretto, piacevole, non complesso ma nitido e ben definito 87

Vin Santo del Chianti Classico - Gennaio 2018

Una sola zona, il Chianti Classico, ma annate diverse per questa serie di Vin Santo. In evidenza i due “Rocca”, Castagnoli e Montegrossi, ma non si tratta proprio di due sorprese, soprattutto per quanto riguarda Rocca di Montegrossi, solitamente capace di proporsi ad alti livelli e talvolta ai vertici assoluti della tipologia.

DENOMINAZIONE NOME DEL VINO ANNATA AZIENDA GIUDIZIO VOTO
Vin Santo del Chianti Classico DOC Casa Sola 2005 CASA SOLA la dolcezza è ben calibrata, non eccessiva, e dà spazio all’allungo finale, con piacevole ritorno balsamico 87
Vin Santo del Chianti Classico DOC Castello di Brolio 2009 BARONE RICASOLI corretto, pulito, privo di eccessi e anche di temperamento; non è molto dolce all’attacco di bocca e chiude con note alcoliche e tanniche 83
Vin Santo del Chianti Classico DOC Castello di Querceto 2013 CASTELLO DI QUERCETO molto ricco al naso con sensazioni di pasticceria secca, zabaione, miele, fichi secchi, cannella; il grado alcolico sostenuto (16,5) sostituisce in parte gli zuccheri e rende il vino dolce ma non dolcissimo, con effetti positivi sul piano della bevibilità 88
Vin Santo del Chianti Classico DOC Fèlsina 2006 FÈLSINA di colore dorato brillante, è preciso, ordinato, equilibrato e ben fatto 86
Vin Santo del Chianti Classico DOC Le Masse di Greve 2009 LANCIOLA pulito, intenso, dolcissimo, è denso, grasso, non complesso ma decisamente piacevole 86
Vin Santo del Chianti Classico Occhio di Pernice DOC Le Masse di Greve 2009 LANCIOLA di colore ambrato, ha profumi di pasticceria secca e zucchero filato; in bocca è dolce e alcolico, ben fatto ma di media caratterizzazione 85
Vin Santo del Chianti Classico Occhio di Pernice DOC Poggio Torselli 2011 POGGIO TORSELLI i profumi di paglia e tabacco con cenni di caramello appena accennati; il sapore è secco, alcolico, leggermente tannico e sobrio nel carattere 84
Vin Santo del Chianti Classico DOC Rocca di Castagnoli 2011 ROCCA DI CASTAGNOLI il colore è prevalentemente ambrato e i profumi tendono a mostrare note terziarie di cuoio e tabacco; in bocca è cremoso, continuo, lungo, ben sostenuto e rinfrescato dall’acidità 90
Vin Santo del Chianti Classico DOC Rocca di Montegrossi 2007 ROCCA DI MONTEGROSSI ambrato nel colore, è molto intenso nei profumi di spezie, datteri e frutta secca; il sapore è molto ricco, concentrato, un po’ boisé e bisognoso di ulteriore affinamento in bottiglia – da attendere, il potenziale di longevità e complessità è notevole 90
Vin Santo del Chianti Classico DOC S. Niccolò 2011 PODERI CASTELLARE note di pasticceria secca e canditi al naso; in bocca è agile, fresco, equilibrato, con l’acidità che contrasta efficacemente la naturale dolcezza 88
Vin Santo del Chianti Classico DOC Volpaia 2012 VOLPAIA sentori di cuoio, tabacco, paglia e legno secco; il sapore è dolce, senza eccessi, succoso, bilanciato, di media intensità e carattere 86