SELEZIONE VINI 2021: IL PALAGIONE

Antajr e Ares, i due rossi più ambiziosi prodotti da Il Palagione, quest’anno hanno dovuto confrontarsi, soccombendo sul piano caratteriale, con l’ispirata versione 2019 del Chianti Colli Senesi Caelum.
Tuttavia, al centro delle attenzioni della proprietà continua giustamente a esserci la Vernaccia di San Gimignano e non c’è quindi da sorprendersi più di tanto per la splendida riuscita – tra le migliori dell’intera denominazione – della Riserva Ori 2019.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

SELEZIONE VINI 2021: LA LASTRA

Non so se il termine “geometrico” rende giustizia allo stile dei vini de La Lastra ma, nel riesaminare gli appunti stilati durante gli assaggi, emergono ripetutamente, sia che si tratti di vini rossi che di bianchi, considerazioni positive sull’equilibrio, la compostezza e la nitidezza delle sensazioni; in sintesi, la precisione con la quale è tracciato il percorso gustativo compone immaginariamente una figura geometrica. Non vi è dubbio però che, senza la pur breve aggiunta di queste motivazioni, la definizione adottata sarebbe decisamente limitativa (e forse ancora più inesplicabile).
Al di là di queste divagazioni, data per certa e consolidata la qualità della Vernaccia di San Gimignano, da un  po’ di tempo sono i vini rossi – nelle varie tipologie proposte – a raccogliere attenzione e consenso. E tra questi segnalo in particolare una riuscitissima versione del Chianti Colli Senesi 2019, dove bevibilità, carattere (e prezzo) si accordano in piena sintonia.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

SELEZIONE VINI 2021: PANIZZI

Pur giostrando su annate e tipologie diverse, la compattezza qualitativa è l’aspetto che colpisce maggiormente nell’analizzare gli assaggi di questa stagione di “casa” Panizzi. E se l’ottima Vernaccia Santa Margherita e il Pinot Nero 2019 sono convincenti come sempre, va sottolineato che la Vernaccia Riserva 2017 si mostra al momento leggermente al di sotto dei consueti standard (anche se le difficoltà dell’annata costituiscono un robusto alibi); a riportare ampiamente in equilibrio la bilancia, e rafforzare il senso di compattezza, entrano però in gioco la schietta piacevolezza della Vernaccia 2020 e l’eleganza del Vertunno 2016, uno dei migliori Chianti Colli Senesi provati quest’anno.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

ASSAGGI SPARSI (San Gimignano) N. 18

La consueta “rubrica” degli assaggi sparsi è dedicata, seguendo una turnazione del tutto casuale, ad aziende operanti a San Gimignano con in comune il numero di vini recensiti (5), che è già buon motivo per segnalare, seppur in assenza di particolari acuti, la buona affidabilità complessiva della produzione delle Cantine interessate. Certamente è costante e prevalente la presenza della Vernaccia di S. G. ma non mancano varianti al tema come i Chianti Colli Senesi di Signano e di Mormoraia, o veri e propri sconfinamenti territoriali, come il Brunello di Montalcino Bellarina del Palagetto.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

© 2016 ErGentili - build proudly by Stuwebmakers and Wordpress
contact: info@ernestogentili.
Privacy Policy