Dall’Amarone al Lambrusco, rossi a ruota libera – Marzo 2018

 

Ci vuole poco a capire che questa è una raccolta di assaggi sparsi, vista l’estrema diversità tra una tipologia e l’altra, e confesso di non aver mai scritto insieme di Amarone e Lambrusco.. Tuttavia, tra Antolini e Villa di Corlo, passando per il sempre ottimo (anche in annate precarie come la 2014) Gabbas, c’è davvero del buon bere.

 

 

Amarone della Valpolicella Classico DOCG Moròpio 2012 ANTOLINI
Originale nei profumi di frutti neri accompagnati da un elegante côté floreale; in bocca è ricco ma non vistoso, misurato nei toni, saporito e contrastato, dotato di una freschezza sorprendente e inusuale per un Amarone. Eccellente.  – 92

Amarone della Valpolicella Classico DOCG Tommasi 2013 TOMMASI
Sentori di marmellata di more, chiodi di garofano, cenni balsamici; il sapore è caldo, generoso, equilibrato, più fresco e asciutto in chiusura.  – 87

Cannonau di Sardegna Classico DOC Arbòre 2014 GABBAS
Molto speziato al naso, ha struttura consistente, un po’ tannica nel finale.  – 87

Cannonau di Sardegna Classico DOC Riserva Dule 2014 GABBAS
Speziato, floreale, agrumato, è fine, articolato, elegante nella trama, agile nell’espansione, di buona lunghezza finale.  – 91

Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Frizzante Secco Corleto 2016 VILLA DI CORLO
Profumi netti di lamponi, fragole e lievi cenni floreali; sapore fresco, intenso, continuo, appena un po’ tannico in chiusura  – 89

Lambrusco Grasparossa di Castelvetro DOC Frizzante Secco Villa di Corlo 2016 VILLA DI CORLO
Note di frutti rossi e agrumi al naso; sul palato è fresco, agile, scattante e reattivo, si semplifica nel finale ma è ben riuscito  – 88

Montefalco Sagrantino DOCG Broccatelli Galli 2012 BROCCATELLI GALLI
Pieno, morbido, tecnicamente corretto, è un po’ statico nello sviluppo e leggermente ruvido nel finale.  – 85

Pomino DOC Villa Petrognano 2013 SELVAPIANA
Scuro nel colore, ha profumi di carattere fruttato e sapore intenso ma un po’ semplice, con finale dai contorni boisé.  – 85

San Gimignano Rosso DOC Fantesco 2015 ALESSANDRO TOFANARI
Trasparente nel colore, pulito nei profumi, è un po’ magro e semplice ma anche schietto, agile e di bella beva.  – 86

Maggio 2017 – Lambrusco del Reggiano

 

DENOMINAZIONE NOME DEL VINO ANNATA AZIENDA GIUDIZIO VOTO
Reggiano Lambrusco DOC Primabolla nm CANTINA PUIANELLO profumi fruttati, piacevoli, di lamponi e ciliegie, piuttosto secco in bocca, molto semplice ma ben contrastato e beverino 82
Reggiano Lambrusco Secco DOC Coviolo nm CANTINA PUIANELLO spuma persistente, fruttato e floreale delicato, ha un’acidità viva che dà contrasto e freschezza al sapore – ben fatto e gradevole, riporta in etichetta l’indicazione “biologico” 85
Reggiano Lambrusco Semisecco DOC Contrada Borgoleto nm CANTINA PUIANELLO scuro nell’aspetto, non è nitidissimo al naso, con una nota ossidativa, di mela cotta, che affiora – più convincente sul palato, che è intenso e saporito anche se un po’ rustico 80
Colli di Scandiano e di Canossa Lambrusco Montericco DOC Amarcord nm CANTINA PUIANELLO il colore è leggero e trasparente, brillante nei riflessi, delicatamente fruttato nei profumi – è un po’ magro ma ben fatto, nitido e molto fresco 83
Reggiano Lambrusco Secco DOC Barghi L’Incontro nm CANTINA PUIANELLO molto ben definito sia nei profumi, di stampo floreale, sia nel sapore che mostra tensione, freschezza, lunghezza ed equilibrio – possiede il potenziale per migliorare ancora 89
Lambrusco dell’Emilia Secco IGT Ancestrale Rosso 2015 CANTINA PUIANELLO spuma intensa e delicata, è saporito, non aggressivo, si sviluppa con linearità e chiude succoso 86
Vino Frizzante Rosso A Brut Grügn nm MONTEDURO la spuma è molto viva e l’acidità quasi tagliente su una base molto secca – vino deciso, di carattere, sicuramente più tannico che “zuccheroso”, un po’ rustico ma sincero e senza compromessi 85