V. d. G.: Etna Rosso Zottorinoto 2015

Etna Rosso DOC Riserva Zottorinoto 2015 COTTANERA

Assaggi sparsi è una raccolta volutamente confusa, priva di un ordine razionale, dove mischio zone e vitigni diversi con l’unico obiettivo di segnalare tempestivamente, in “zona abbonati”, i vini più interessanti che ho assaggiato recentemente. Questo primo gruppetto prende in esame alcuni vini (ottimi e anche qualcosa in più) delle nostre isole maggiori con appendici calabresi e campane. Da questo piccolo nucleo ho preso ad esempio, non casualmente,  le seguenti note, riferite, ovviamente, al vino in oggetto:

elegante, continuo, raffinato nell’impianto tannico, è arioso nello sviluppo, ben stilizzato, molto lungo nel finale. Un rosso che nel giro di pochi anni ha trovato la giusta dimensione stilistica. Eccellente.

UN MESE IN PURGATORIO

Dopo quasi un mese di colpevole silenzio, ma non proprio di inattività, riprendo il percorso temporaneamente sospeso per il rinnovamento del sito e la (laboriosa) messa a punto del passaggio al sistema di sottoscrizioni che danno accesso alla parte riservata (da ora in avanti in continuo aggiornamento come si può verificare cliccando su RATINGS).

E, finalmente, posso continuare ad occuparmi di ciò che preferisco ovvero scrivere di vino. Il materiale non manca certamente anche se durante le feste natalizie più che degustare ho proprio bevuto.

Non starò certo a fare sfoggio delle bottiglie più o meno pregiate aperte durante questo periodo, ma mi limiterò a segnalare i vini che, più di altre famose griffe, mi hanno colpito ed emozionato.

Sul fronte dei vini rossi si posiziona di slancio in prima fila l’Etna Rosso Il Purgatorio 2016 di Federico Curtaz. Si tratta di un vino delizioso, dotato di un frutto croccante dalla purezza cristallina e, non di meno, di un carattere territoriale ben espresso dalla tensione e dalla freschezza acida e sapida che lo attraversa. Reso apparentemente semplice dalla naturalezza e dalla spontaneità di beva alla quale induce, è in realtà ricco di carattere e di un potenziale di complessità da non sottovalutare.

I Migliori Vini Rossi del mese – Gennaio 2018

 

Toscana Rosso IGT Il Blu 2013 BRANCAIA
balsamico e speziato, è complesso e profondo nei profumi; in bocca è molto fresco, continuo, dotato di progressione e slancio, oltre che di un finale lungo e rinfrescante  – 93

Chianti Rufina DOCG Riserva Vigneto Bucerchiale 2013 SELVAPIANA
Articolato nei profumi su più fasi dai toni floreali e speziati; ha un impatto sul palato sciolto, fresco ed elegante, continuo e dinamico, dotato di tannini incisivi e di un finale lungo e promettente  – 92

Etna Rosso DOC Riserva Zottorinoto 2013 COTTANERA
ha polpa, frutto, carattere e presa decisa sul palato; i tannini sono fitti e fini e il finale molto lungo, dal carattere minerale – 92

Toscana Rosso IGT Poggio de’ Colli 2015 PIAGGIA
intenso e aperto nei profumi maturi e caldi con risvolti mentolati; in bocca ha tatto soffice, morbido, elegante ma è molto giovane e manca, al momento, di adeguata complessità – da attendere, può solo migliorare  – 92

Toscana Rosso IGT Siepi 2015 MARCHESI MAZZEI
profondo e complesso al naso con sentori di spezie, frutti neri e balsami; l’ingresso sul palato è denso ed elegante, morbido, continuo, ben delineato, con finale lungo, intenso, solo appena borse  – 92

Chianti Rufina DOCG Riserva Frascole 2013 FRASCOLE
Profumi di carattere floreale e fruttato, con note di ciliegie e cassis in rilievo; in bocca è ben equilibrato, lineare ma non statico, composto, continuo, non lunghissimo nel finale ma nitido e decisamente elegante nei tratti stilistici  – 91 

Cirò Rosso Classico Superiore DOC Riserva Caparra & Siciliani 2014 CAPARRA & SICILIANI
profumi intensi di spezie, liquirizia, agrumi al naso; il sapore è intenso, continuo, dallo stile classico, dolce e soave all’ingresso sul palato, elegante e sfumato nel tocco tannico  – profumi intensi di spezie, liquirizia, agrumi al naso; il sapore è intenso, continuo, dallo stile classico, dolce e soave all’ingresso sul palato, elegante e sfumato nel tocco tannico  – 91

Toscana Rosso IGT Nettuno 2013 VILLA DEL CIGLIANO
arioso, flessuoso, continuo ed elegante, ha una chiusura fresca, lunga, non priva di complessità – un Cabernet ben riuscito, dallo stile tenacemente “chiantigiano”  – 91

Toscana Rosso IGT Pugnitello 2013 SAN FERDINANDO
intenso e nitido nei profumi di spezie e agrumi, è agile, fresco, continuo ed espressivo, delicato nel tocco tannico e slanciato nel finale  – 91

Toscana Rosso IGT Tafuri 2015 CANTINE BELMESSERI
vivo nel colore, ha profumi ben definiti di ribes e violette; in bocca è equilibrato, fresco, dinamico, indirizzato in profondità più che in ampiezza, con finale lungo e piacevolmente sapido  – 91

Alta Valle della Greve IGT Capogatto 2014 POGGIO SCALETTE
intensamente speziato nei profumi, è fresco, scattante, di buona densità e lunghezza finale; preciso nei dettagli ed elegante nello stile  – 90

Chianti Rufina DOCG Selvapiana 2015 SELVAPIANA
leggero e trasparente nel colore, delicatamente floreale e fruttato al naso, è vino agile, snello, fresco e puro, forse un po’ semplice ma chiaro ed espressivo nello stile  – 90

Toscana Rosso IGT Acciaiolo 2014 CASTELLO D’ALBOLA
vivo nel colore, pulito nei profumi privi di connotazioni boisé o vegetali, possiede succo ed energia naturali, oltre a un buon equilibrio complessivo  – 90

Toscana Rosso IGT Rossole 2014 BORGO SALCETINO
profumi aperti di rose e ciliegie fresche, è agile, succoso ed elegante nella progressione; la complessità è relativa ma la bevibilità coinvolgente  – 90