Grandi Langhe 2020

 

GRANDI LANGHE 2020

Organizzata dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, si è svolta, a fine gennaio di quest’anno, l’anteprima Grandi Langhe, dedicata, ovviamente, ai vini delle denominazioni presenti nelle aree sopra citate con riferimento all’annata 2016 per i Barolo, alla 2017 per Barbaresco e Roero, 2018 e 2019 per i Langhe.

Ho distribuito l’insieme degli assaggi effettuati da Claudio Corrieri – un centinaio circa – in tre parti, raggruppate per azienda e non per tipologia e ordinate in sequenza alfabetica. Il primo dei tre Report è consultabile qui per gli abbonati.

Il primo gruppo comprende 26 vini delle seguenti cantine:
Batasiolo – Giacomo Borgogno & Figli – F.lli Serio e Battista Borgogno – Boroli – Giacomo Brezza & Figli – Cascina Fontana – Cascina Luisin – Castello di Neive – Castello di Verduno – Chiara Boschis E. Pira & Figli – Diego Conterno

Un po’ di Langa: i vini di Demarie

 

L’assaggio dei vini dell’azienda langarola Demarie ha alternato una sequenza di suggestioni non sempre sotto controllo. Se da un lato, infatti, è prevalso un senso di rassicurante prevedibilità, confortata dalla precisione tecnica dei vini provati, dall’altro è scoccata, inattesa e improvvisa, la scintilla per la sorprendente performance del Roero Riserva, come le note che seguono stanno a dimostrare.

 

91/100           ROERO RISERVA DOCG DEMARIE 2015
pulito e preciso nei profumi dal carattere terroso e balsamico; in bocca è sciolto, elegante, ben stilizzato, sapido e continuo in chiusura.

89/100           BARBARESCO DOCG DEMARIE 2015
note di rabarbaro, liquirizia, rose e prugne secche in evidenza; sapore ben calibrato con la presa tannica in particolare risalto nel finale dai contorni sapidi.

88/100           BAROLO DOCG DEMARIE 2013
sentori di confetture di ciliegie al naso e impatto piuttosto alcolico sul palato, è potente, intenso, con finale caldo e tannico.

87/100           BARBERA D’ALBA SUPERIORE DOC DEMARIE 2016
profumi intensi di prugne, amarene e violette; in bocca è intenso e continuo, di media lunghezza e apprezzabile nitidezza finale.

87/100           ROERO ARNEIS DOCG DEMARIE 2017
piacevolmente floreale nei profumi, è delicato e intenso al tempo stesso, preciso, lineare, equilibrato, di media lunghezza finale.

86/100           LANGHE DOLCETTO DOC DEMARIE 2017
colore vivo, intenso, giovanile, profuma di violette e susine fresche; in bocca mostra una gradevole e misurata dolcezza iniziale seguita da uno sviluppo lineare e un finale più semplice.

Maggio 2017 – I Migliori Vini del Mese

 

I MIGLIORI VINI DEL MESE

 

Barbaresco DOCG Riserva Albesani Santo Stefano 2012 CASTELLO DI NEIVE
preciso ed elegante, delicato nei tratti, riesce a tradurre in finezza e freschezza il caldo carattere dell’annata – 93/100.

Barbaresco DOCG Marchesi di Barolo 2014 MARCHESI DI BAROLO
il colore è naturale per un nebbiolo e invitante per la brillantezza – sopperisce ai piccoli limiti strutturali con una trama elegante, dalla dolcezza misurata, dettata da un’estrazione tannica ben condotta e completata da un finale succoso e saporito – una piacevole sorpresa – 91/100.

Barolo DOCG Riserva Gabutti 2011 SORDO GIOVANNI
robusto, efficace nella presa sul palato, ha uno sviluppo progressivo e un tannino rigoroso – ha carattere e profondità – 92/100.

Barolo DOCG Riserva Monvigliero 2011 CASTELLO DI VERDUNO
deciso, reattivo, elegante, rilancia il sapore con ritmo continuo e chiude con una connotazione sapido-minerale molto rinfrescante – una versione molto riuscita di un grande cru langarolo – 93/100.

Barolo DOCG Riserva Rocche dell’Annunziata Bricco Francesco 2011 ROCCHE COSTAMAGNA
sciolto e carezzevole, è uno dei Barolo Riserva 2011 più eleganti e compiuti – il finale non è lunghissimo ma l’equilibrio è ammirevole – 91/100.

Boca DOC Vigna Cristiana 2010 PODERE AI VALLONI
profumo aperto e invitante dal carattere agrumato e floreale – sapore continuo, elegante, molto slanciato, anche se leggermente frenato da una scia di secchezza finale – assaggiate due bottiglie decisamente diverse tra loro: queste note sono riferite a quella “sana” – 91/100.

Bramaterra DOC Le Pianelle 2013 LE PIANELLE
apparentemente semplice, rivela gradualmente un carattere di rilievo, tenace e sapido, oltre che molto netto nelle sensazioni aromatiche e gustative – 90/100.

Lessona DOC La Prevostura 2013 LA PREVOSTURA
di colore leggero e brillante, dai profumi floreale e agrumati, è arioso, molto fresco e saporito, reattivo e sapido – possiede misura e carattere – 91/100.

Venezia Giulia Terrano IGT Skerlj 2009 SKERLJ
decisamente più aperto ed espressivo del 2011, è fresco all’impatto, docile e denso nello sviluppo, slanciato ed elegante al tatto, con un finale condotto da sale e acidità – vino dalla personalità forte e originale – 90/100.