SELEZIONI VINI 2020: VERNACCIA DI SAN GIMIGNANO RISERVA

 

Con le recensioni delle Riserve si chiude per quest’anno la rassegna dedicata alla Vernaccia di San Gimignano. Ne ho selezionate 19 rappresentate prevalentemente dall’annata 2017 con una ridotta presenza – solo cinque – del millesimo 2018 che, con tutta probabilità, sarà presentato solo il prossimo anno dalla maggioranza delle aziende sangimignanesi.

Il fatto di uscire sul mercato con un anno di ritardo è piuttosto significativo sulle caratteristiche della tipologia che per esprimere compiutamente il suo carattere necessita  di un ampio arco di tempo e non a caso molti produttori preferiscono inserire le “Selezioni” nel millesimo di intervallo tra Vernaccia di annata e Riserva.

Sul piano qualitativo non ci sono elementi sufficienti per trarre conclusioni sull’annata 2018 della quale sarà più opportuno fare il punto nella prossima stagione, anche se le indicazioni ricevute dalle Selezioni uscite quest’anno forniscono buoni motivi per essere positivi. Per quanto riguarda invece il millesimo 2017 è opportuno sottolineare la buona tenuta d’insieme della denominazione di fronte alle oggettive difficoltà dell’annata. I vini hanno presentato spesso un impianto aromatico dai toni caldi e maturi combinato con strutture più robuste che fini e una sapidità più accentuata del solito. Ma non è mancato qualche acuto sorprendente che gli abbonati potranno scoprire cliccando qui.

L’ultima nota riguarda due vini – 2015 per Casale/Falchini e 2016 per Tenuta Le Calcinaie – recensiti in passato e testati nuovamente con riscontri largamente più positivi, tanto per ricordare il passo lento ma sempre “insidioso” e imprevedibile della Vernaccia.

Commenta