Anteprima Chianti Classico Riserva 2015, prima parte – Febbraio 2018

 

Il resoconto dei Chianti Classico assaggiati alle Anteprime non è ampio quanto avrei sperato, dato che non sono riuscito, per vari motivi, ad assaggiare un numero più consistente di campioni. Ma è una tipologia sulla quale ci sarà occasione di tornare in modo sicuramente più approfondito durante l’anno. Ho comunque concentrato l’attenzione su due tipologie, Riserve e Selezioni 2015, assaggiate con la collaborazione di Divina Vitale, oltre a qualche appunto sui Chianti Classico 2016 redatto da Claudio Corrieri. Ho escluso dagli assaggi i campioni da botte.

 

 

Chianti Classico DOCG Riserva Antico Borgo di Sugame 2015 ANTICO BORGO DI SUGAME
Il frutto è espresso con nitidezza al naso; il sapore è equilibrato, di buona polpa e continuità con finale di media espansione.  – 84/87

Chianti Classico DOCG Riserva Marchese Antinori 2015 ANTINORI
Intenso nei profumi e contrastato sul palato, dove emerge un apprezzabile fondo sapido ma anche un’acidità che al momento appare leggermente disallineata.  – 84/87 

Chianti Classico DOCG Riserva Villa Antinori 2015 ANTINORI
La maturità accentuata del frutto è contrapposta a un’acidità inattesa con un effetto di scomposizione della struttura.  – 82/85 

Chianti Classico DOCG Riserva Bonacchi 2015 BONACCHI
Formalmente corretto ma piuttosto rugoso al tatto con tannini presenti in eccesso rispetto al resto della struttura.  – 80/83 

Chianti Classico DOCG Riserva Brogioni Maurizio 2015 BROGIONI MAURIZIO
Sentori di frutti rossi maturi, affiancati da piacevoli note floreali; in bocca è rotondo, bilanciato, continuo, forse un po’ semplice ma di convincente lunghezza finale.  – 86/89 

Chianti Classico DOCG Riserva Buondonno 2015 BUONDONNO
Intenso, maturo, appena boisé al naso; il sapore è caldo, potente, un po’ largo ma anche dotato di buona tessitura e tensione.  – 86/89 

Chianti Classico DOCG Riserva Caparsino 2015 CAPARSA
Intenso, deciso, energico e reattivo, è ancora giovanissimo ma già dotato dei giusti equilibri che fanno leva su contrasti sottili e continui; il finale è lungo dal fondo piacevolmente e tipicamente sapido.  – 92/95 

Chianti Classico DOCG Riserva Doccio a Matteo 2015 CAPARSA
Il frutto è maturo e in buona evidenza, unitamente a qualche tratto boisé ancora da smaltire ma non invadente; la struttura è robusta e il carattere non manca. Da attendere, può salire di quota con la permanenza in vetro.  – 86/89 

Chianti Classico DOCG Riserva Castellare 2015 PODERI CASTELLARE
Fresco, elegante , continuo, allunga con precisione nel finale, mostrando nitidezza e uno stile ben calibrato.  – 90/93 

Chianti Classico DOCG Riserva Vigna Casi 2015 MELETO
Il frutto è maturo e insieme fragrante, il tannino è dosato con misura e lo sviluppo è ben coordinato; manca una “scodata” di carattere finale ma l’insieme è ben riuscito.  – 88/91 

Chianti Classico DOCG Riserva Agostina Petri 2015 VICCHIOMAGGIO
Caldo e alcolico all’impatto, al momento è un po’ scomposto con una ricchezza strutturale ancora da distribuire adeguatamente; può migliorare.  – 84/87

Chianti Classico DOCG Riserva Cinciano 2015 CINCIANO
Ben fatto, piacevole, un po’ boisé, di buona densità e medio carattere.  – 84/87

Chianti Classico DOCG Riserva Novecento 2015 DIEVOLE
Snello, succoso, slanciato nello sviluppo, persistente, di media complessità ma molto piacevole.  – 90/93 

Chianti Classico DOCG Riserva Malaspina 2015 CASTELLO DI STARDA
Carico, concentrato, molto boisé, dallo stile decisamente estrattivo, potrà avere i suoi estimatori.  – 80/83 

Chianti Classico DOCG Riserva Rancia 2015 FÈLSINA
Classico, compatto, preciso, è un po’ statico nello sviluppo ma i tannini sono di grana fine e l’equilibrio è già ottimo.  – 88/91 

Chianti Classico DOCG Riserva Il Molino di Grace 2015 IL MOLINO DI GRACE
Corretto, di buona pulizia e precisione, non mostra un carattere superiore ma ha la sua dignità.  – 82/85

 

Commenta