Marzo 2017 – Anteprime toscane, Nobile di Montepulciano 3

VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO DOCG RISERVA 2013

BARBANERA – Duca di Saragnano
sciolto ma non altrettanto agile nello sviluppo, ha finale fresco di scarsa complessità ma più che accettabile  82

CANNETO
l’impatto è fresco ma a centro bocca rallenta la “corsa” per riprendere fiato nel finale – ancora indietro, da attendere  84

CONTUCCI – campione da botte
impatto dalla tendenza dolce, palato levigato e soffice, forse un po’ troppo docile ma di buona beva  86

GRACCIANO DELLA SETA
stile da sangiovese classico, un po’ tenero e ossuto ma coerente  85

IL CONVENTINO
integro nei profumi, si avverte l’alcol al primo impatto poi si distende in scioltezza, con chiusura piacevolmente sapida  86

LA BRACCESCA
potente, ricco, concentrato ma poco snello e un po’ impacciato nello sviluppo – finale intenso, dal contrasto convincente  86

LE BERTILLE
morbido, soffice, denso e avvolgente – proporzionato e ben eseguito, leggermente tannico nel finale  87

PALAZZO VECCHIO – campione da botte
potente e deciso, esuberante nella carica tannica e alcolica, evidenzia, al momento, più carattere che finezza ma promette bene  88

POGGIO ALLA SALA – campione da botte
rovere ancora da smaltire (non è ancora in bottiglia definitiva) ma possiede abbastanza respiro e freschezza acida per trovare l’assetto giusto  85

FATTORIA DELLA TALOSA
floreale e affumicato nei profumi, è continuo, ben coordinato sul palato, con una chiusura fresca, sapida e persistente  90

VALDIPIATTA
terra, liquirizia e spezie al naso – un po’ rigido e angoloso in bocca ma dotato di ariosità e freschezza promettenti  88

VECCHIA CANTINA DI MONTEPULCIANO
leggermente fruttato, è un po’ ruvido, scarno ma non sgraziato  83

LUNADORO – Quercione
il sangiovese è ben riconoscibile, lo sviluppo è sciolto, carezzevole, fresco all’impatto, poi leggermente frenato dal tannino per riprendere quota e capacità di allungo nell’elegante chiusura  91

LE BADELLE – Rubeo – campione da botte
ancora approssimativo ma dotato di un’interessante fondo di freschezza – da riprovare a bottiglia definitiva  84

BINDELLA – Vallocaia
buona polpa e integrità di frutto, ordinato, preciso, bilanciato, di media personalità  87

ICARIO – Vitaroccia – campione da botte
grintoso e saporito, deve smussare ancora qualche spigolo tannico ma non manca di carattere  85

Commenta