Toscana Rossi IGT 2014, seconda parte – Gennaio 2018

Con la lista che segue si chiudono i resoconti relativi agli IGT 2014 assaggiati tra settembre e ottobre 2017. In alcuni casi ha prevalso la tendenza a mantenere una linea stilistica da supertuscan vecchia maniera ed è una scelta che in annate difficili come la 2014 ha messo ancora più in risalto l’effetto di “confezione” tecnica rispetto alla naturalezza. In altri si è preferito non forzare la mano e i vini ottenuti presentano limiti di complessità e profondità ma si fanno apprezzare per la freschezza e la bevibilità. Come i più attenti avranno notato, in fondo alla lista dei vari vini toscani è presente, pregevole intruso, il Terre di San Leonardo dei Marchesi Guerrieri Gonzaga: i supertuscan hanno poco a che fare con il Trentino e le Dolomiti ancora meno con la Toscana…

 

Toscana Rosso IGT Il Manuzio 2014 PANZANELLO
spiccatamente vegetale (note di peperone) nei profumi, è fitto e morbido nella trama tannica, fresco e piacevolmente speziato nel finale  – 86

Toscana Rosso IGT Il Pareto 2014 FOLONARI AMBROGIO E GIOVANNI
robusto, intenso, concentrato ma anche un po’ statico con alcol e tannini in evidenza rispetto al frutto  – 85

Toscana Rosso IGT Il Principe 2014 MACHIAVELLI
le sensazioni di confetture e marmellata di more non appaiono proprio in linea con i caratteri dell’annata; in bocca conferma coerentemente la carica fruttata, mostrando correttezza formale e una struttura robusta  – 84

Toscana Rosso IGT Maestro Raro 2014 FÈLSINA
sentori maturi di china, more e ribes al naso; in bocca ha una struttura compatta, serrata, con un frutto ricco e polposo in evidenza – la chiusura è ancora un po’ tannica ma non aggressiva, può migliorare  – 88

Toscana Rosso IGT Modus 2014 RUFFINO
il frutto è fresco e integro ma la tendenza eccessivamente estrattiva della struttura non favorisce, al momento, l’equilibrio e la bevibilità  – 84

Toscana Rosso IGT Mongrana 2014 QUERCIABELLA
speziato e floreale al naso, è fresco e reattivo sul palato, continuo nello sviluppo, semplificato ma non banale in chiusura  – 87

Toscana Rosso IGT Peperino 2014 TERUZZI & PUTHOD
molto semplice, corretto, poco espansivo, si fa apprezzare per la nitidezza del frutto  – 82

Toscana Rosso IGT Philip 2014 MARCHESI MAZZEI
note di frutti neri, spezie e un tocco di rovere al naso; in bocca è morbido, rotondo, fresco, slanciato, di convincente lunghezza ed equilibrio nel finale  – 90

Toscana Rosso IGT Primamateria 2014 POGGERINO
bel carattere balsamico al naso e palato soffice, composto ma non statico, anzi slanciato, elegante, nitido e arioso nel finale  – 90

Toscana Rosso IGT Ripa delle More 2014 VICCHIOMAGGIO
realizzato con estrema cura, e un pizzico di rovere in aiuto, è vino morbido, bilanciato, dalla dolcezza di frutto calibrata e un senso di freschezza che favorisce la beva  – 89

Toscana Rosso IGT Rosie 2014 IL BORGHETTO
fruttato e fragrante al naso, è semplice e leggero in bocca, dalla beva piacevole e istintiva  – 84

Toscana Rosso IGT Rosso Cacchiano 2014 CACCHIANO
floreale e fruttato al naso, ha un sapore semplice e vinoso, gradevolmente teso e tonico  – 84

Toscana Rosso IGT Rossole 2014 BORGO SALCETINO
profumi aperti di rose e ciliegie fresche, è agile, succoso ed elegante nella progressione; la complessità è relativa ma la bevibilità coinvolgente  – 90

Toscana Rosso IGT Tedicciolo 2014 MONTEMERCURIO
speziato e floreale nei profumi, è sciolto, ben profilato, piuttosto semplice ma di buona beva e precisa esecuzione  – 85

Toscana Rosso IGT Valdisanti 2014 TOLAINI
frenato inizialmente da qualche incertezza olfattiva, con sentori vegetali e boisé in rilievo, mostra una struttura sin troppo densa e robusta in rapporto all’annata ma ha un’energia naturale notevole  – 87

Vigneti delle Dolomiti IGT Terre di San Leonardo 2014 TENUTA SAN LEONARDO
balsamico e speziato al naso, possiede un tatto elegante, con un tannino levigato e una pregevole freschezza finale  – 89

Commenta