VINO DEL GIORNO: Rosso di Montalcino 2016 Uccelliera

Andrea Cortonesi (titolare dell’azienda Uccelliera) ha proposto per molti anni vini dall’impronta decisa, caldi e potenti, certe volte quasi eccessivi e sovrastrutturati. Nel tempo ha affinato le sue tecniche e, senza rinunciare al carattere, ha compiuto un salto di qualità significativo sul piano della finezza espressiva. Come testimoniano le note che seguono, estrapolate dal Report del Rosso di Montalcino pubblicato nella pagina Ratings:

92/100           Rosso di Montalcino DOC UCCELLIERA 2016
profilo stilistico sottile, calibrato, slanciato, privilegia l’equilibrio e l’eleganza rispetto alla potenza, con finale profondo e succoso e nessuna ingerenza alcolica o boisé.

Abbonatevi!

https://www.ernestogentili.it/registrazione/

Dopo una serie serrata e infinita di prove e controprove, con tanto di suspence finale, posso comunicare che la parte riservata ai futuri abbonati al sito è finalmente attiva.

Per vari motivi sono partito in ritardo rispetto alla tabella di marcia iniziale ma ho preferito, come sempre d’altronde, dare la priorità alla sostanza – cioè alle informazioni – rispetto alla forma, anche se nel mondo di oggi sembra essere molto più importante il fumo dell’arrosto. Ma, più avanti, un po’ di “fumo” lo farò anch’io.

È solo il primo passaggio verso una comunicazione di taglio più professionale che ha in programma molti servizi e varie novità editoriali. Per scoprirlo (e per sostenere una scelta di indipendenza autorale) è però necessaria la sottoscrizione dell’abbonamento, delle cui caratteristiche fondamentali potrete leggere nell’apposita pagina.

Al momento sono disponibili e scaricabili otto Report specifici e molte Schede Aziendali ma, ovviamente, si tratta di un’offerta destinata a crescere con ritmi praticamente quotidiani.

Chiudo proponendovi – la zona “free” resterà comunque attiva – un breve estratto dagli ultimi Report pubblicati, con la migliore Vernaccia di San Gimignano e il miglior Rosso di Montalcino di quest’anno.

94/100          MONTENIDOLI
Vernaccia di San Gimignano DOCG Montenidoli Fiore 2016
la gradualità dei tempi di maturazione e il fondo di freschezza presente nei 2016 costituiscono l’impalcatura fondamentale per l’affermazione del carattere del Fiore di Montenidoli; note di torba, grano, fiori bianchi si alternano al naso e sono accolti in un palato recettivo anche alle sollecitazioni più sottili. Ne deriva un vino tonico, saporito e insieme sfumato, articolato, freschissimo e lungo nel finale. Farà parlare di sé per molti anni ancora e la valutazione, in prospettiva, ne tiene conto.

94/100          BARICCI
Rosso di Montalcino DOC Baricci 2016
fonde in un volta le migliori prerogative del Rosso di Baricci: freschezza, slancio e profondità combinate a una densità e a una ricchezza non sempre presenti dalle parti di “Montosoli”. L’insieme è riuscitissimo, la beva trascinante e il potenziale di longevità non proprio trascurabile.

Assaggi Irregolari, N. 7 – Rosso di Montalcino Fattoi

 

Chi conosce Montalcino sa benissimo che Fattoi fa parte di quei produttori “tutto arrosto e poco fumo” o, per intendersi meglio, di scarsa vocazione comunicativa e alta vocazione enologica. I vini sono concreti e sostanziosi, non sempre irreprensibili (almeno in passato) dal punto di vista tecnico, più di carattere che di finezza ma in grado di evocare con forza il loro senso di territorialità. E, aggiungendo un dato non irrilevante per i consumatori, acquistabili a prezzi onestissimi.

La degustazione recente del suo Rosso di Montalcino 2016 ha riposizionato, credo definitivamente e ancora più in alto, i punti di riferimento dello stile aziendale. Già le ultime uscite del Brunello davano segnali in questa direzione ma quando mi sono fermato a leggere più volte, negli appunti di assaggio, definizioni come nitido ed elegante a fianco del consueto appiglio territoriale, che fortunatamente continua a pervadere i vini di Fattoi, non posso negare di aver provato una certa soddisfazione.

In fondo noi critici siamo più buoni di quanto si pensi.