Bordeaux Primeurs 2017, Médoc – Aprile 2018

 

L’estesa rassegna dei Primeurs del Médoc inizia con le recensioni delle Appellations meno pregiate, quelle che fanno da contorno ai grandi e celebrati terroirs di Margaux, Saint-Julien, Pauillac e Saint-Estephe. L’impressione complessiva è più che positiva, con i vini de La Lagune e Potensac in bella evidenza.

 

CHÂTEAU BELGRAVE– Haut-Médoc
Piacevoli profumi di lamponi e amarene, sapore ordinato, preciso, un po’ ruvido in chiusura; vino di medio carattere ma ben fatto.  – 85

CHÂTEAU CANTEMERLE– Haut-Médoc
Pulito, fruttato, non complesso al momento ma arioso, slanciato, di bella beva e freschezza.  – 88

CHÂTEAU CHAPELLE de POTENSAC– Médoc
Integro nel frutto, è deliziosamente fruttato, succoso e piacevole. Come Second Vin di Potensac non offre complessità ma è sicuramente ben riuscito.  – 87

CHÂTEAU CITRAN– Haut-Médoc
Ribes e lamponi sono i sentori aromatici in maggiore evidenza; il sapore è fresco, bilanciato, decisamente piacevole e privo di connotazioni vegetali.  – 87

CHÂTEAU CLARKE– Listrac-Médoc
Intenso nei profumi di torrefazione, cioccolato e rovere; in bocca rivela compostezza e uno sviluppo sciolto, punteggiato da qualche spigolo tannico ma non carente di frutto. Il finale è nitido, di media lunghezza.  – 87

CHÂTEAU DUCLUZEAU– Listrac-Médoc
Il frutto è intenso, pulito, succoso, di medio carattere ma di convincente compattezza. L’uvaggio prevede una cospicua presenza (80%) di Merlot. – 86

CHÂTEAU FONRÉAUD– Listrac-Médoc
Vegetale e boisé nei profumi, ha uno sviluppo di sapore stretto dalla presenza tannica anche se il frutto è presente; il finale è piacevole e di media gittata.  – 85

CHÂTEAU FOURCAS-BORIE– Listrac-Médoc
Profumi di ribes, more e menta e sapore intenso, tonico, reattivo, piacevolmente sapido nel finale.  – 88

CHÂTEAU FOURCAS DUPRÉ– Listrac-Médoc
Qualche scoria vegetale nei profumi ma sapore decisamente piacevole, di stampo classico, con un frutto dolce e maturo da un lato e una fresca acidità dall’altro; i tannini sono ben integrati per un insieme soddisfacente.  – 86

CHÂTEAU FOURCAS HOSTEN– Listrac-Médoc
Ancora un po’ chiuso al naso ma di buona compostezza; il frutto è presente ma subisce l’intrusione del rovere che, al momento, controlla anche la chiusura finale.  – 83

CHÂTEAU LA LAGUNE– Haut-Médoc
Pulito e preciso sul piano aromatico, è aperto, ampio, disinvolto nello sviluppo ed elegante nel finale. Molto buono.  – 90

CHÂTEAU LA TOUR CARNET– Haut-Médoc
Boisé nei profumi, ha un ingresso piacevolmente morbido e consistente per chiudere però su uno strato eccessivo di tannini e rovere.  – 82

CHÂTEAU LA TOUR DE BY– Médoc
Carnoso, polposo, intenso, con tannini abbondanti anche se non aggressivi e finale dai toni boisé. Poco caratterizzato e scarsamente originale nello stile ma ben fatto.  – 86

CHÂTEAU LAMARQUE– Haut-Médoc
Non del tutto nitido al naso, ha un impatto di media energia e si sviluppa con rotondità e gradevole dolcezza; la chiusura è però rigida, severa, chiusa dalla presenza tannica.  – 82

CHÂTEAU MAUCAILLOU– Moulis-en-Médoc
Semplice, equilibrato, lineare e piacevole anche se un po’ amarognolo nel finale.  – 84

CHÂTEAU POTENSAC– Médoc
Bei profumi di ribes e cassis, espressi con chiarezza, e sapore morbido, intenso, dotato di tannini densi e fini; il finale è lungo con gradevoli e rinfrescanti risvolti balsamici.  – 90

CHÂTEAU POUJEAUX– Moulis-en-Médoc
Equilibrato e dotato di buona polpa fruttata, è scorrevole e ben disposto sul palato, leggermente tannico e boisé nel finale.  – 86

Commenta