Miscellanea Vini Rossi, seconda parte – Marzo 2018

 

Il secondo gruppo “misto”, se vi cerchiamo un minimo comun denominatore, è davvero un insieme un po’ sgangherato, sia come annate che come vitigni per non parlare di zone, molto diverse tra loro come si può notare. Tuttavia, il numero di vini di sicuro pregio è particolarmente elevato e da solo questo dato può giustificare uno sguardo attento alle note che seguono..

 

 

Conero DOCG Riserva Villa Bonomi 2014 MARCHETTI
Il frutto è integro ed espresso con nitidezza al naso e con piacevole succosità in bocca, dove il tannino è ben presente ma privo di aggressività per un insieme equilibrato.  – 88

Maremma Toscana Rosso DOC Grenache Oltreconfine 2015 BRUNI
Intenso e aperto nei profumi dal profilo fruttato e decisamente speziato; in bocca è avvolgente, continuo, lungo con un tannino presente nel finale.  – 91

Montepulciano d’Abruzzo DOC Tonì 2013 CATALDI MADONNA
Ricco e variegato sul piano aromatico con sentori ematici, di lamponi, spezie, anice, fiori secchi; in bocca è bilanciato, elegante nella trama, docile sul piano tannico.  – 92

Rosso di Torgiano DOC Rubesco 2014 LUNGAROTTI
Semplice, diretto, piacevolmente indirizzato sulla fragranza del frutto e la rotondità delle forme.  – 84

Torgiano Rosso DOCG Rubesco Riserva Vigna Monticchio 2012 LUNGAROTTI
Potente, ricco, ha volume e complessità, sostenuto da una base tannica robusta e innervato dall’acidità; non è un’annata che gioca sulle sfumature e sulla finezza ma il carattere è ben presente.  – 90

Toscana Rosso IGT Codarossa 2015 FATTORIA LE SORGENTI
Frutti rossi, spezie e lievi accenni vegetali affiorano nei profumi; il sapore è di media consistenza ma ottimamente bilanciato, semplice e un po’ diluito in chiusura ma piacevole e di bella beva. Malbec in purezza.  – 87

Toscana Rosso IGT Gaiaccia 2011 FATTORIA LE SORGENTI
Alcolico (15,5°), quasi dolce all’impatto, un po’ impacciato ed evoluto anche se gradevole e morbido al tatto. Sangiovese e alicante.  – 83

Toscana Rosso IGT Rabuschio 2015 PODERE BELLOSGUARDO
Ha un carattere quasi “nordico” (l’azienda si trova in Casentino) nei profumi con note di spezie, felci, erbe aromatiche e lamponi; in bocca è fresco, reattivo, dotato di una pregevole tensione gustativa e di un carattere territoriale legato con maggiore evidenza alla presenza di sangiovese. Uvaggio di sangiovese con una quota minore di cabernet sauvignon e un pizzico di pinot nero.  – 91

Toscana Rosso IGT Scirus 2013 FATTORIA LE SORGENTI
Note di frutti neri, cacao, liquirizia e cenni boisé risaltano nei profumi; in bocca mostra uno stile convenzionale, ma anche spessore e densità tannica, con finale di media gittata. Blend bordolese.  – 86

Toscana Syrah IGT Bellosguardo 2015 PODERE BELLOSGUARDO
Profumi precisi ed eleganti di stampo varietale con spiccate note floreali e speziate; in bocca si sviluppa con progressione e senso delle proporzioni, soffice al tatto, dinamico e lungo nel finale dove evidenzia carattere e originalità.  – 93

Commenta