Febbraio 2017 – I migliori vini rossi del mese

Chianti Classico DOCG Castello di Monsanto 2015 CASTELLO DI MONSANTO
molto ricco nella dotazione fruttata, è pieno, bilanciato, continuo, reattivo – molto promettente  92

Chianti Classico DOCG Montesecondo 2015 MONTESECONDO
di bello slancio e ariosità, allunga bene, è tonico, elegante, dalla dolcezza ben diffusa senza effetti stucchevoli, lungo nel finale  92

Chianti Classico DOCG Riserva Le Baroncole 2014 SAN GIUSTO A RENTENNANO (campione da botte)
nitido nei profumi fruttati e floreali alternati a note ferrose e terrose – sapore gustoso, croccante, sapido, complesso e ben caratterizzato nel finale  92

Chianti Classico DOCG Riserva Monte Bernardi 2014 MONTE BERNARDI 
profumi nitidi di frutti rossi – sapore ampio, pieno, corredato da una fresca e spigliata corrente acida, con finale elegante, espansivo, dai tannini ben fusi  92

Rosso di Montalcino DOC Poggio di Sotto 2013 POGGIO DI SOTTO
articolato nei profumi, con sentori di confettura di lamponi, viole, note affumicate – delicatamente e diffusamente dolce sul palato, è ampio, succoso, elegante e fresco nella trama, con tannini morbidi e finale molto lungo 93

Toscana Rosso IGT Cabernet Franc 2013 VIGNAMAGGIO
profumi varietali di pepe e peperone, ma anche di iris e cannella – palato soffice, elegante, con tannini fitti dal tatto cremoso – finale lungo e arioso, di media intensità 92

Toscana Rosso IGT Mix 36 2013 MARCHESI MAZZEI
ottenuto da un blend (mix) di numerose varietà autoctone, riesce, con l’annata 2013, a centrare l’obiettivo di una definizione stilistica fino ad oggi non del tutto percepita – è slanciato, arioso, associa la dolce maturità del frutto con la freschezza – il finale è di forte sapidità con l’aggiunta di qualche rilievo boisé 92

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Dei 2013 DEI
concilia felicemente carattere e finezza – il timbro del sangiovese è ben avvertibile, è fresco, sapido, elegante nello sviluppo, deciso nella presa sul palato, lungo nel finale – una prova autorevole 92

Vino Nobile di Montepulciano DOCG I Quadri 2013 BINDELLA
necessita della giusta ossigenazione per trovare l’assetto giusto ed esprimersi al meglio – è vino elegante e stilizzato, lungo, slanciato, gioca le sue carte migliori nel finale dove evidenzia freschezza, ariosità e complessità 93

Commenta