Vini e aziende della Lunigiana: il Podere Fedespina – Giugno 2018

 

Anche in Lunigiana la coltivazione della vite ha origini millenarie, fortemente radicate nell’ambiente e nelle tradizioni popolari, ma si contano sulle dita di una mano le aziende che nel tempo hanno proposto con continuità una produzione apprezzabile. Il principale imputato della precarietà produttiva lunigianese è sempre stato il clima, caratterizzato generalmente da una piovosità accentuata, più propizia alla raccolta dei funghi (in effetti abbondantissimi) che non alla maturazione delle uve.

Poi il clima è cambiato; in tutti i sensi, non solo quelli atmosferici, e qualcosa si è mosso nell’immobilismo un po’ rassegnato e quasi fatalistico dell’enologia locale. Tra le aziende più dinamiche del territorio, oltre alle Cantine Belmesseri di cui ho parlato alcuni mesi fa, va senz’altro annoverata il Podere Fedespina di Antonio Farina, in quel di Mulazzo.

La proposta produttiva è quanto mai interessante e articolata sostanzialmente su alcuni vini rossi di giustificata ambizione.

In degustazione ho provato, con la consueta collaborazione di Claudio Corrieri, due annate del Fedespina, pinot nero in purezza, seguite da tre millesimi dello Spinorosso, uvaggio di merlot e ciliegiolo, e, infine, una vera e propria verticale del Ca’ Riserva, ricavato al 100% da uve merlot.

 

 

I VINI

  

86       Toscana Rosso IGT Fedespina 2015
Ai profumi di viole e cassis segue un sapore apprezzabile per tensione e freschezza, ma condizionato da una presenza tannica non proprio timida che limita l’espressività di un carattere più originale. Si tratta, tuttavia, di una prova complessivamente positiva, tenendo conto del calore dell’annata, poco favorevole al pinot nero, e delle difficoltà di esordire con una varietà così poco “addomesticabile”.

88       Toscana Rosso IGT Fedespina 2016 – campione da botte
Al primo impatto risente dei toni speziati del rovere ma si avverte la presenza di un frutto tonico, vivo, scalpitante che dà il senso di un carattere più definito e aderente al vitigno di origine rispetto alla precedente annata. Promettente, può salire di quota con la permanenza in bottiglia.

85       Toscana Rosso IGT Spinorosso 2013
Profuma di lamponi con lievi accenni floreali in supporto; in bocca è fresco e disinvolto all’ingresso ma rivela un tannino non del tutto maturo e una chiusura piuttosto rapida.

88       Toscana Rosso IGT Spinorosso 2014
Intenso nel colore, evidenzia piacevoli profumi di stampo floreale; in bocca è serrato, intenso, contrastato, continuo, ben sostenuto dalla vena acida.

86       Toscana Rosso IGT Spinorosso 2015
Floreale e speziato al naso, è ampio, avvolgente, saporito e di buona polpa a centro bocca; tannini ancora un po’ ruvidi chiudono più bruscamente il finale.

90       Val di Magra Rosso IGT Ca’ Riserva 2010
Appare un po’ evoluto sia nel colore che nei profumi dal carattere terziario, con note di tabacco, cuoio, liquirizia e spezie; morbido e sorprendentemente fresco all’ingresso, è continuo, ben articolato, di medio peso ma elegante nei tratti, con finale piacevole dai tannini maturi.

83       Toscana Rosso IGT Ca’ Riserva 2011
Poco espressivo nei profumi, è caldo, potente ma frenato nello sviluppo da tannini poco maturi e da una presenza boisé insistente. Un’annata non molto propizia per i Merlot.

88       Toscana Rosso IGT Ca’ Riserva 2012
Altra annata non facilissima da interpretare ma risolta efficacemente grazie a un rapporto meno conflittuale con il rovere e ad un frutto tonico, croccante, denso. Il finale non è particolarmente lungo, ma è distinto da toni piacevolmente sapidi e balsamici.

88       Toscana Rosso IGT Ca’ Riserva 2013
Maturo e profondo al naso, con sentori di prugne e agrumi in sottofondo; in bocca ha un attacco fresco, slanciato, agile. La chiusura è leggermente tannica e, comunque, integra e fresca.

86       Toscana Rosso IGT Ca’ Riserva 2014
Delicatamente fruttato e floreale nei profumi, è fresco, spedìto, continuo sul palato dove rivela però una certa magrezza e un finale alleggerito di media gittata.

92       Toscana Rosso IGT Ca’ Riserva 2015
Scuro e compatto nel colore, è profondo e intenso nei profumi di cacao, liquirizia fresca, grafite e mirtilli; in bocca ha un impatto energico, ampio, denso, di notevole spessore senza rinunciare all’equilibrio, con tannini di pregevole maturità. La chiusura è lunga e caratterizzata da un originale timbro sapido, ferroso, ematico. Un’eccellente riuscita.

Commenta