I VINI DEL CASTELLO DI MELETO

Non sempre la Gran Selezione costituisce il miglior Chianti Classico proposto in assaggio ma nel caso del Castello di Meleto debbo convenire che la gerarchia è rispettata grazie a un’interpretazione centrata della versione 2016, soprattutto sul piano della caratterizzazione varietale e territoriale. Il resto delle etichette è meno ambizioso ma non delude: esecuzioni precise per vini ben fatti e piacevoli.

Seguono, per gli abbonati, le note di degustazione.

Commenta