Vini del Giorno: Brut del Chianti

Brut del Chianti (o spumanti chiantigiani)

È un mondo sempre più effervescente e ogni anno aumenta il numero delle aziende che si cimentano – con crescente successo – nella produzione di uno o più spumanti, anche in zone di lunga e radicata tradizione “rossista”. In Chianti Classico, ad esempio, ho già avuto modo nel recente passato di segnalare su queste pagine gli ottimi Brut prodotti da Fèlsina, ma oggi dovrei allungare la lista con il Metodo Classico Rosato Mauvais Chapon 2014 proposto da Villa Calcinaia (ben vinificato, sapido, grintoso, dal carattere quasi chiantigiano), e con il sorprendente Brut 2010 di Volpaia ricavato anch’esso da uve sangiovese in purezza coltivate a 400 metri di altitudine; vinificato in bianco e affinato a lungo sui lieviti si presenta con un bagaglio di freschezza e complessità aromatica, oltre che di finezza gustativa, da far davvero invidia a bollicine prodotte in zone assai più celebrate.

Commenta