Spumanti italiani – Gennaio 2018

Gli spumanti (Metodo Classico) recensiti, molto diversi per origine e stile, mettono in prevedibile risalto la Riserva Giulio Ferrari, autentico fuoriclasse tra le italiche bollicine, in una versione eccellente come sempre. Molto buone, ma anche questa non è una novità, le etichette della casa altoatesina Haderburg e, per restare nelle aree tradizionali della spumantistica nazionale, più che convincente la prova dell’Oltrepò Pavese dei Conte Vistarino. Piacevolmente sorprendenti, infine, gli altri spumanti segnalati.

Alto Adige Spumante DOC Brut nm HADERBURG
profumi nitidi di stampo agrumato e floreale; sapore delicato, preciso, elegante, ben sostenuto da una fine acidità e da un perlage altrettanto fine – il finale è sapido, fresco, di buona lunghezza finale  – 90

Alto Adige Spumante DOC Pas Dosé nm HADERBURG
profumi riservati, chiusi, con note di farina e pasta d’acciughe; sapore asciutto, secco, fine nel perlage, con uno sviluppo continuo, dotato di sapidità e convincente tensione gustativa – il finale non è lunghissimo ma di apprezzabile freschezza e non privo di complessità  – 88

Alto Adige Spumante DOC Riserva Hausmannhof 2007 HADERBURG
complesso e sfumato nei profumi di crosta di pane, fiori secchi, spezie, buccia di limone; in bocca è tenero nel flusso carbonico, fine, dettagliato, con tratti di dolce e intrigante ossidazione volutamente accennata – più soffice che nervoso, più timido che grintoso, è coerente con il caldo millesimo 2007  – 90

Alto Adige Spumante DOC Rosé nm HADERBURG
fruttato al naso, è fresco, pimpante, dal contrasto sapido efficace e piacevole  – 86

Oltrepò Pavese Metodo Classico Brut DOCG Pinot Nero 1865 2011 CONTE VISTARINO
note di fiori bianchi al naso, possiede un perlage calibrato e un sapore di media complessità, dallo sviluppo lineare e continuo  – 87

TrentoDOC Riserva del Fondatore Giulio Ferrari 2005 FERRARI
ha profumi molto eleganti di fiori secchi, crosta di pane, buccia di limone; in bocca si avvale di un equilibrio ammirevole, con bollicine finissime e delicate, chiude lunghissimo su un fondo leggermente speziato con un pregevole contrasto dai toni sapidi – ancora giovane, ha un potenziale di longevità impressionante  – 95

Vino Spumante Brut Castello Trebbio 1184 2014 CASTELLO DEL TREBBIO
originale nell’apporto aromatico, con note di frutti rossi (lamponi) che si affiancano al floreale; in bocca è ancora giovane, con una carbonica un po’ aggressiva, ma è saporito e dotato di un finale fruttato e succoso  – 85

Vino Spumante Brut Millesimato Fèlsina 2012 FELSINA
di colore dorato brillante, ha profumi di cereali, agrumi, vaniglia; il perlage è continuo e di buona finezza, il sapore delicato, bilanciato, fresco ma non troppo acido, decisamente piacevole e ben fatto  – 88

Vino Spumante Brut Podere La Regola nm LA REGOLA
tenui profumi agrumati e floreali; è fresco, guizzante, dotato di una vena acida molto viva ma non aggressiva, un po’ semplice ma piacevole nel finale – ottenuto con 90 % di uve Gros Manseng, il restante 10% è Chardonnay  – 87

Vino Spumante Brut Rosé Fèlsina nm FELSINA
naso dall’impronta floreale, ha un perlage piuttosto fine e un sapore fresco condotto dalla sapidità; il finale è di media lunghezza, gradevolmente contrastato  – 87

Vino Spumante Extra Brut Cuvée Zero nm CASCINA CHICCO
ha un impatto deciso, è robusto e saporito, più grintoso e caratteriale che fine  – 84

Commenta